Home / Salute / Medicina / Influenza 2016: le previsioni parlano di 4 virus diversi

Influenza 2016: le previsioni parlano di 4 virus diversi

influenza 2016

Terminate le vacanze e con i primi freddi alle porte è inevitabile parlare del classico malanno di stagione: l’influenza. Per quest’anno gli esperti non sembrano preoccupati. Sono previsti 4 diversi virus che potrebbero arrivare sul territorio italiano, ma con un’incidenza nella media degli scorsi anni. Molto dipenderà dal clima, afferma il dott. Fabrizio Pregliasco dell’Università degli Studi di Milano, ma si prevede che saranno circa 4-5 milioni gli italiani che finiranno a letto con la meno desiderata delle compagne.

I virus dell’influenza 2016 e le loro varianti

Secondo gli esperti avremo a che fare, durante il prossimo inverno 2015-2016, con 4 diversi virus influenzali. Uno non è una novità, è il virus California A/H1N1 che circola sin dal 2009, gli altri sono varianti dei virus che già circolavano negli scorsi anni e cioè A/H3N2, B/Pukhet e B/Brisbane. A questi poi si dovranno aggiungere oltre 200 tra rinovirus, adenovirus e coronavirus che producono sintomi simili ai virus dell’influenza 2016, ma che non sono considerati virus influenzali. Le conseguenze saranno soprattutto febbre, raffreddore e mal di pancia o altri sintomi gastrointestinali che si stima colpiranno fino a 10 milioni di persone. Il periodo più a rischio sarà come sempre quello di Natale quando un mix tra basse temperature, baci e abbracci tra parenti darà un’accelerata alla diffusione dei virus influenzali.

La differenza tra i virus influenzali e quelli non influenzali è che nel primo caso la febbre arriva all’improvviso, è superiore ai 38 gradi ed è accompagnata da dolori muscolari e articolari, mal di gola e tosse. Secondo le previsioni il 40% delle persone che verranno colpite sarà sotto i 18 anni, un altro 40% tra i 18 e i 65 e solo il 20% sarà over 65, anche se per loro l’influenza potrebbe portare conseguenze più gravi rispetto a chi è più giovane e sano. I rimedi contro l’influenza 2016 restano sempre quelli classici.

Carlo Gaudio, ordinario di Cardiologia e componente del Consiglio di amministrazione dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), consiglia soprattutto alle persone con sistema immunitario meno forte, di proteggersi con il vaccino. Secondo i dati di Gaudio infatti, in seguito ad un calo delle immunizzazioni dello scorso anno, sono stati registrati aumenti fino al 500% dei casi di contagio, con il 1000% in più di morti.

Foto: Photl

Potrebbe interessarti anche:

lingua irritata dolorante

Lingua irritata e dolorante: cause e rimedi per bruciore e bolle

La tua lingua è irritata, cosparsa di macchie rosse e ti fa male quando mangi o bevi? Scopri da cosa può dipendere e come alleviare il dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.