Home / Salute / Medicina / Carenza di magnesio: sintomi e rischi per l’organismo

Carenza di magnesio: sintomi e rischi per l’organismo

carenza magnesio sintomi rischi

Il magnesio è un elemento fondamentale per il corretto funzionamento dell’organismo. Il minerale aiuta il cuore, i muscoli e i reni a espletare le loro funzioni, contribuisce alla mineralizzazione delle ossa e dei denti, attiva gli enzimi coinvolti nella produzione di energia.

Il magnesio, inoltre, svolge un ruolo cruciale nella regolazione dei livelli di vitamina D, rame, zinco e potassio nell’organismo. La carenza di magnesio è un segnale spia che non va trascurato perché può nascondere malattie come il diabete, la pancreatite, la sindrome del colon irritabile e patologie renali.

Uno studio effettuato dai ricercatori dello University of Maryland Medical Center ha associato la carenza di magnesio all’insorgenza della sindrome delle gambe senza riposo. Questo disturbo mina la qualità della vita dei pazienti che provano una sensazione di disagio a rimanere seduti o distesi a lungo. Tra i sintomi figurano formicolio, prurito, dolore ai polpacci, alle cosce e ai piedi.

La carenza di magnesio indebolisce i muscoli causando spasmi muscolari e crampi. Quando il deficit si aggrava le contrazioni muscolari diventano più frequenti, accentuando il dolore. La carenza di magnesio è stata collegata anche allo sviluppo di aritmie. Il minerale svolge infatti un ruolo essenziale nella contrazione e nel rilassamento muscolare. Livelli troppo bassi di magnesio possono incidere sulla frequenza cardiaca, causando un battito irregolare, accelerato o troppo lento. Nei casi gravi l’aritmia può condurre a insufficienza cardiaca e all’infarto. Sintomi come dolore al torace, vertigini, pallore, svenimenti e palpitazioni non vanno mai sottovalutati e richiedono un consulto medico.

Livelli troppo basi di magnesio possono inoltre innescare cambiamenti a livello neurologico, causando uno stato confusionale, problemi di memoria, irritabilità e scarsa capacità di apprendimento. Nei casi più gravi la carenza di magnesio può provocare allucinazioni e delirio.

I pazienti che soffrono di carenza di magnesio spesso si sentono affaticati e soffrono di insonnia, non riuscendo a prendere sonno o a non risvegliarsi improvvisamente durante la notte. Livelli insufficienti di magnesio nell’organismo possono condurre a uno stato di letargia, rendendo difficile lavorare e avere una vita sociale attiva.

Dieta e integratori: dove trovare il magnesio

La dose di assunzione giornaliera di magnesio raccomandata dalle autorità sanitarie italiane per gli individui adulti è di circa 300 mg al giorno. Per non incorrere in carenza di magnesio è bene mantenere sempre ben idratato l’organismo e consumare verdure a foglia verde, noci, piselli, fagioli e cereali integrali. Inoltre è opportuno evitare una dieta ricca di grassi che ostacolano l’assorbimento del magnesio da parte dell’organismo e non cuocere eccessivamente i cibi.

Anche se una dieta bilanciata generalmente fornisce all’organismo il giusto apporto di minerali, alcune patologie o terapie possono richiedere l’assunzione di integratori di magnesio per riportare i valori a livelli ottimali. Alcuni integratori a base di sali come il magnesio pidolato possono essere assunti senza ricetta medica per combattere i crampi, la stanchezza e l’irritabilità, agendo solo all’interno delle cellule che più necessitano del minerale.

Foto: Photl

Potrebbe interessarti anche:

lingua irritata dolorante

Lingua irritata e dolorante: cause e rimedi per bruciore e bolle

La tua lingua è irritata, cosparsa di macchie rosse e ti fa male quando mangi o bevi? Scopri da cosa può dipendere e come alleviare il dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.