Home / Sport / Calcio / Coppe Europee: italiane buona la prima, 2 vittorie e 2 pareggi

Coppe Europee: italiane buona la prima, 2 vittorie e 2 pareggi

coppe europee

Partono con il piede giusto le italiane nelle coppe europee. Cinque squadre in campo e 8 punti conseguiti non sono male per un campionato come la Serie A che, iniziando più tardi di tutti gli altri, nelle prime giornate ha sempre pagato un ritardo nella preparazione. Anche se sono arrivati due pareggi e una sconfitta (oltre alle due vittorie di Juventus e Napoli), anche i risultati non proprio positivi sono stati accompagnati da prestazioni all’altezza della situazione che fanno ben sperare. Andiamo ad analizzare le cinque partite delle italiane nella nostra sintesi.

Champions League – 1a giornata

Manchester City-Juventus 1-2: la partita più difficile del girone della Juventus è stata risolta nel migliore dei modi. Una Juve bloccata, più psicologicamente che di gambe, si fa mettere sotto per circa un’ora dal City. Gli inglesi, squadra dei sogni dal valore di svariate centinaia di milioni di euro, si rendono però pericolosi solo in un paio di occasioni, ben neutralizzate da Buffon. Nella ripresa i gol. Inizia Kompany che commette un evidente fallo su Chiellini che devia in porta il pallone, ma l’arbitro convalida ugualmente il gol. La Juve a quel punto si sveglia e gioca 20 minuti di grande calcio. Prima Pogba viene lasciato libero di crossare e imbeccare Mandzukic solo a centro area per il pareggio e poi Morata indovina una grande conclusione di sinistro che colpisce il palo e finisce in rete.

Roma-Barcellona 1-1: il Barça riparte da un’italiana, dopo aver vinto la coppa proprio contro un’altra italiana, ma stavolta non le va bene. Partono alla grande i blaugrana con un gol di Suarez dopo pochi minuti, anche se l’attaccante è in evidente fuorigioco. A metà primo tempo Florenzi risponde da campione insaccando sotto l’incrocio dei pali con un tiro da quasi 50 metri. Nel resto della partita la Roma pensa solo a difendersi e ripartire in contropiede, Messi viene neutralizzato e le occasioni per gli spagnoli si contano sulle dita di una mano.

Europa League – 1a giornata

Napoli-Bruges 5-0: il Napoli chiude il discorso nel primo quarto d’ora. La partita si sblocca grazie ad un episodio, un tiro-cross di Callejon che si insacca. I belgi sono frastornati e si fanno infilare altre due volte da Mertens. Non c’è partita. Il Bruges non reagisce e così nella ripresa un’uscita avventata del portiere consente ad Hamsik di segnare il quarto gol e nel finale c’è spazio per la doppietta di Callejon. I gol potevano essere 6 se il tiro di Higuain non si fosse stampato sul palo.

Dnipro-Lazio 1-1: beffa per la Lazio che, proprio quando stava annusando odore di vittoria, si fa beffare all’ultimo secondo. In casa dei vice campioni dell’Europa League la Lazio si impone con il gioco e, dopo una mezz’ora dominata, va in vantaggio con un colpo di testa di Milinkovic-Savic. I biancocelesti tentano di raddoppiare ma sono troppo leggeri sull’ultimo tiro e così gli ucraini si buttano in avanti solo negli ultimi 10 minuti e trovano il gol ormai a tempo scaduto (ultima azione dei minuti di recupero) con Seleznyov.

Fiorentina-Basilea 1-2: l’unica italiana sconfitta della giornata è stata la Fiorentina, abbastanza immeritatamente, in casa contro il Basilea. I viola partono subito forte e trovano il gol dopo pochi minuti grazie ad un rimpallo fortunato di Kalinic che riesce a superare il portiere avversario. Le squadre si affrontano a viso aperto e vanno entrambe vicine al gol, anche se tra le due quella che meriterebbe di più è proprio la Fiorentina. La svolta arriva al 66′ quando Gonzalo Rodriguez si fa espellere per un brutto fallo su Embolo. Senza di lui e senza Astori uscito per infortunio, la difesa comincia a tremare e prende due gol nel giro di pochi minuti. Bjarnason ed Elneny affondano i viola che non hanno più la forza di rialzarsi.

Potrebbe interessarti anche:

serie a 2017-2018

Serie A 2017-2018: tutti i verdetti

Alla Juve il suo settimo scudetto di fila: ecco tutti gli altri risultati stagionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.