Home / Sport / Calcio / Serie A 2015-2016: le squadre che puntano alla Champions

Serie A 2015-2016: le squadre che puntano alla Champions

squadre che puntano alla champions

In fase di presentazione delle squadre che andranno a comporre la nuova Serie A 2015-2016, ci siamo occupati ieri delle quattro principali pretendenti allo scudetto. Ma non si vive solo di trofei, anche perché per molti club italiani sarebbe quasi come vincere il campionato un posizionamento al terzo posto. Il terzo posto è infatti quello che manda ai preliminari di Champions League, puro ossigeno per un club dato che la partecipazione alla competizione principale europea significa un premio di non meno di 40 milioni di euro. L’anno scorso è stato un successo per la Lazio, quello precedente ha visto imporsi al terzo posto il Napoli. A chi toccherà quest’anno? Ecco le squadre che puntano alla Champions, pur non potendo avere mire di scudetto.

Il Napoli la principale tra le squadre che puntano alla Champions League

Tra le squadre di vertice il Napoli è quella che si è rivoluzionata di più. Cambiando l’allenatore e passando da una vecchia volpe internazionale come Benitez ad un allenatore “di periferia” come Sarri, il salto è grande. Un salto che si concretizza nel cambio di modulo e nella tipologia di calciatori da ingaggiare. Sarri ha infatti preferito puntare sui giovani interessanti dei piccoli club italiani piuttosto che fare come Benitez che ha fatto acquistare big di Real Madrid, Liverpool e altre grandi squadre. Non ci sono state grosse cessioni in casa Napoli, ma sono partiti solo giocatori non titolari. L’acquisto più importante è l’aver trattenuto Higuain, e sicuramente anche il regista Valdifiori, il ritorno del portiere Reina e l’arrivo di due giocatori esperti come Chiriches e Allan avranno il loro peso. Ufficialmente il Napoli punta allo scudetto, più verosimilmente sembra la favorita per il terzo posto. Ecco come giocherebbe oggi: Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Hysaj; Allan, Valdifiori, Hamsik; Insigne, Gabbiadini (Callejon), Higuain.

La Lazio è a caccia del bis

Molto del futuro della Lazio si deciderà nei prossimi 8 giorni. La doppia sfida con il Bayer Leverkusen farà capire se la Lazio disputerà la prossima Champions League e dunque potrà permettersi qualche acquisto di peso. Al momento la squadra di Pioli è di fatto bloccata sul mercato ed ha pensato solo a sbarazzarsi degli esuberi (Ledesma, Novaretti, Ederson e Cavanda i nomi più importanti), mentre in entrata si contano i giovani Kishna e Milinkovic-Savic, anche se il colpaccio arriverà in caso di qualificazione in Champions. Se dovesse passare il turno, la Lazio potrebbe dunque rinforzarsi e ripuntare anche per quest’anno al terzo posto, altrimenti dovrà accontentarsi della qualificazione all’Europa League. Oggi giocherebbe così: Marchetti; Basta, De Vrij, Milinkovic-Savic, Radu; Cataldi, Biglia, Parolo; F. Anderson, Candreva, Klose.

Fiorentina prima sorpresa per la Champions

E se fosse la Fiorentina la sorpresa di quest’anno? Dopotutto i viola il terzo posto lo hanno sfiorato più volte, ed anche lo scorso anno hanno chiuso il campionato al quarto posto. Molto dipenderà dalle condizioni di salute di Pepito Rossi che sappiamo essere fondamentale per il gioco viola. Resta un’incognita invece il nuovo allenatore, Paulo Sousa, al primo impatto con il calcio italiano se togliamo qualche anno di esperienza in campo con la Juventus circa 20 anni fa. L’estate viola è stata caratterizzata da tante polemiche sul mercato, ma bisogna anche capire che i Della Valle, dopo aver speso tanto senza aver vinto nulla, era ovvio che prima o poi chiudessero i rubinetti. E allora alle cessioni importanti di Mario Gomez, Savic e Lazzari, e dopo aver perso a parametro zero Neto, hanno corrisposto gli arrivi solo di giocatori di secondo piano o scommesse per il futuro. Due colpi importanti in entrata però Corvino li ha piazzati. Parliamo del difensore ex Cagliari e Roma Astori e soprattutto del regista dell’Atletico Madrid Mario Suarez. Resta una scommessa invece l’attaccante del Dnipro Kalinic. Ci attendiamo una mossa dell’ultimo minuto nelle prossime settimane. Oggi Paulo Sousa giocherebbe così: Sepe; Gilberto, Rodriguez, Astori, Pasqual; Fernandez, Suarez, B. Valero; Rossi, Joaquin, Kalinic.

Potrebbe interessarti anche:

mondiale 2018

Mondiale 2018: qualificate, play-offs e composizione gironi finale

L'Italia dovrà passare dai play-offs per qualificarsi al Mondiale 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.