Home / Salute / Medicina / Mestruazioni in ritardo: cause di un ciclo irregolare

Mestruazioni in ritardo: cause di un ciclo irregolare

mestruazioni in ritardo cause

Le mestruazioni in ritardo spesso preoccupano più del dovuto, soprattutto chi ha avuto rapporti sessuali non protetti e non desidera una gravidanza o chi teme siano un sintomo di qualche malattia. Anche se il ciclo irregolare può avere diverse cause preoccupanti, se godete di buona salute non allarmatevi. Le mestruazioni in ritardo possono essere dovute semplicemente a un periodo di stress, a squilibri ormonali temporanei, a un’attività fisica troppo intensa, a un cambio di dieta, in special modo se state seguendo allenamenti stancanti e diete dimagranti. Rilassatevi e non pensateci troppo se sono passati solo pochi giorni dalla data prevista per l’arrivo delle mestruazioni.

Se avete avuto rapporti sessuali non protetti, meglio effettuare un test di gravidanza per sicurezza, fare attenzione ai sintomi della gravidanza. Prenotate una visita ginecologica in caso di esito positivo del test di gravidanza per  averne conferma e decidere il da farsi.

Consultate un medico se alle mestruazioni in ritardo, si accompagnano altri sintomi preoccupanti.

Per capire le cause delle mestruazioni in ritardo è bene sapere che il ciclo mestruale è regolato dal sistema endocrino, responsabile del rilascio nell’organismo di una serie di ormoni, tra cui il progesterone e gli estrogeni.

Gli ormoni sessuali hanno un ruolo chiave in tutte le fasi del ciclo mestruale, permettendo all’ovulo di maturare e di essere rilasciato nell’utero. Tra le cause principali di un ciclo irregolare che porta ad avere le mestruazioni in ritardo rispetto a intervalli considerati nella norma, con cadenza ogni 28-31 giorni, figurano proprio le disfunzioni ormonali.

L’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo, rispettivamente scarsa attività e iperattività della ghiandola tiroide; l’adenoma ipofisario, un tumore non canceroso della ghiandola pituitaria; l’insufficienza surrenalica, una disfunzione che porta le ghiandole surrenali a non produrre quantità adeguate di alcuni ormoni.

Mestruazioni in ritardo: quando la causa è lo stress

A volte le mestruazioni in ritardo sono riconducibili a uno stress emotivo o fisico che ritarda l’ovulazione. Di conseguenza anche l’arrivo delle mestruazioni slitta di qualche giorno. Lo stress, in particolare, influenza il ciclo mestruale perché riduce la produzione di gonadotropine, una famiglia di ormoni prodotti dall’organismo che hanno un ruolo chiave per il mantenimento delle funzioni delle ovaie. L’ormone follicolo-stimolante (FSH) è infatti necessario per l’ovulazione. Se nelle settimane che precedono l’ovulazione siete molto stressate, le mestruazioni potrebbero arrivare in ritardo.

Mestruazioni assenti: l’amenorrea

In alcuni casi le mestruazioni potrebbero non comparire del tutto, anche per diversi mesi. Capita spesso alle atlete professioniste, che si sottopongono ad allenamenti intensi ogni giorno, e a chi è sottopeso, ha una bassa percentuale di grasso corporeo o ha seguito diete troppo rigide e sbilanciate. In questo caso è opportuno consultare un medico per accertare le cause della scomparsa delle mestruazioni e intervenire per tutelare la salute.

Le mestruazioni possono subire ritardi o non presentarsi del tutto anche in caso di anoressia, obesità e sindrome dell’ovaio policistico. Infine, alcune cure aggressive, come la chemioterapia o la radioterapia, possono ritardare il ciclo mestruale.

Per quanto riguarda i farmaci che causano mestruazioni in ritardo bisogna prestare attenzione ai barbiturici, ai sedativi, ai corticosteroidi, ai contraccettivi orali come la pillola anticoncezionale e ad alcuni tranquillanti. L’assunzione di questi medicinali è stata infatti associata a un ritardo delle mestruazioni.

Fonte: Livescience
Foto: Dafne Cholet via Flickr

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

Graffio del gatto: quali malattie può trasmettere e come curarlo

Un gatto ti ha graffiato e sei preoccupato per la trasmissione di malattie? Niente paura! Scopri come medicare il graffio di un gatto e come riconoscere i sintomi di un'infezione.