Home / Salute / Alternative agli assorbenti: la coppetta mestruale riutilizzabile

Alternative agli assorbenti: la coppetta mestruale riutilizzabile

coppetta mestruale alternative agli assorbenti

Tra le migliori alternative agli assorbenti tradizionali figura la coppetta mestruale. Poco pubblicizzata purtroppo, a dispetto degli enormi vantaggi rispetto agli assorbenti esterni e ai tamponi interni.

La coppetta mestruale è un dispositivo a forma di imbuto in silicone o lattice che si inserisce nella vagina durante le mestruazioni. Se siete già abituate a usare gli assorbenti interni non incontrerete grosse difficoltà a inserire la coppetta mestruale nella vagina.

Dopo averla sterilizzata, lasciando immersa nell’acqua in ebollizione per almeno 3 minuti, e dopo aver lavato le mani con un sapone neutro, è sufficiente ripiegare la coppetta mestruale su se stessa “a C”, stringendo l’estremità con due dita, per evitare che penetri aria all’interno, e inserirla nella vagina dove si aprirà, aderendo alle pareti della vagina e creando una sorta di tappo che impedirà la fuoriuscita del flusso mestruale.

Il sangue mestruale si raccoglierà sul fondo della coppetta. Dopo 6-8 ore in base all’intensità del flusso, variabile nei primi e ultimi giorni delle mestruazioni e da persona a persona, la coppetta mestruale va svuotata, rimuovendola con delicatezza dal prolungamento posto alla base o, se è stato rimosso per comodità, inserendo due dita nella vagina e afferrando la coppetta. Con un po’ di pratica e attenzione, questa operazione può essere compiuta senza rovesciarne il contenuto e macchiarsi. La coppetta va svuotata, sciacquata sotto l’acqua, meglio se bollente e utilizzando un detergente delicato, ce ne sono in vendita di appositi. Meglio non impiegare invece per la pulizia della coppetta mestruale delle salviettine multiuso aggressive. Cercate di non superare mai le 12 ore tra uno svuotamento della coppetta e l’altro.

Utilizzo da due anni la coppetta mestruale e posso affermare che è una delle migliori alternative agli assorbenti, vorrei solo averla scoperta prima. Oltre al vantaggio di non rimanere mai sprovviste di assorbenti quando arrivano le mestruazioni perché avete dimenticato di comprarli, la coppetta mestruale permette di risparmiare sui costi dei tamponi, e non crea rifiuti difficili da smaltire.

La coppetta mestruale costa intorno ai 25-30 euro e può durare diversi anni, fino a dieci. Spesso viene sostituita quando è ancora integra, solo perché è vecchia e scolorita. La trovate nei negozi online, in farmacia e nei negozi di cosmesi naturale. Anche l’utilizzo dei proteggi-slip è superfluo, a differenza degli assorbenti interni. La coppetta riesce a contenere oltre il doppio del sangue assorbito dai tamponi superassorbenti. Dopo qualche tempo il colore della coppetta mestruale si sbiadirà ma questo non inciderà minimamente sul suo utilizzo.

Coppetta mestruale: ecco perché è tra le migliori alternative agli assorbenti tradizionali

La coppetta mestruale possiede molti vantaggi. A livello psicologico, la coppetta mestruale permette di vivere le mestruazioni in modo più spensierato. A esclusione dei giorni di flusso più intensi o di quando, e capita spesso, ci si dimentica di indossarla talmente non è invasiva, è difficile macchiarsi. Inoltre, non vedere la fuoriuscita del flusso aiuta a dimenticare di avere le mestruazioni, comportandosi come gli altri giorni, anche in piscina, al mare e nelle occasioni sociali. La coppetta è invisibile, niente ali che spuntano dagli slip o rigonfiamenti visibili attraverso i vestiti come con gli assorbenti tradizionali, niente filini che spuntano come con i tamponi. Quando andiamo in bagno a svuotarla non dobbiamo portarci dietro niente e non avremo assorbenti usati da smaltire nella pattumiera. La coppetta richiede cambi meno frequenti rispetto agli assorbenti tradizionali, questo vi permetterà di dormire sonni più tranquilli, senza temere di macchiare le lenzuola o doversi alzare nel cuore della notte per cambiare l’assorbente.

A livello fisico, ho notato che grazie all’uso della coppetta i crampi durante le mestruazioni sono scomparsi, così come i cattivi odori legati alla fuoriuscita del sangue che d’estate soprattutto possono metterci a disagio. Inoltre, la coppetta mestruale è tra le migliori alternative agli assorbenti tradizionali perché non assorbe anche gli altri fluidi vaginali e non crea secchezza, come spesso fanno i tamponi interni. Il silicone è sicuro e non scatena reazioni avverse nell’organismo. La coppetta non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, non funziona come metodo anticoncenzionale e va rimossa prima di fare sesso.

Secondo gli esperti il rischio di sindrome da shock tossico è nettamente inferiore e le irritazioni ed eruzioni cutanee da sfregamento degli assorbenti tradizionali sono del tutto assenti.

Tra le alternative agli assorbenti tradizionali figurano anche le coppette mestruali usa e getta

Se utilizzate un dispositivo anticoncezionale intrauterino o avete sofferto di sindrome da shock tossico, per precauzione (non è mai troppa) prima di provare la coppetta parlatene prima con il vostro ginecologo. Bisogna inoltre ricordare che l’igiene è fondamentale quando si usa la coppetta per evitare di far penetrare batteri nella vagina durante il cambio. D’altra parte, durante il cambio l’igiene è sempre fondamentale e, la coppetta, come i tamponi interni, non fa eccezione.

In commercio esistono anche coppette mestruali usa e getta che non vanno rimosse quando si fa sesso ma dal momento che uso la coppetta proprio per la possibilità di utilizzarla centinaia di volte non ho avuto ancora la curiosità di provarle.

Gli svantaggi  e i rischi della coppetta mestruale

Tra gli svantaggi può esserci la difficoltà a trovare la misura giusta in presenza di utero inclinato o cervice bassa. Durante la rimozione, inoltre, è possibile rovesciare il contenuto se non si presta attenzione. Inoltre nei bagni pubblici può essere imbarazzante risciacquare la coppetta nel lavandino davanti a tutti. Per questo è bene portarsi nella toilette una bottiglia d’acqua con cui effettuare l’operazione. La posizione da adottare per inserire la coppetta può risultare scomoda, soprattutto nei bagni pubblici, fuori casa bisogna fare ancora più attenzione all’igiene. Il gambo, inoltre, potrebbe causare irritazioni.

Voi come vi trovate con la coppetta mestruale? Avete altre alternative agli assorbenti tradizionali da segnalare? Al prossimo approfondimento dalla redazione di Minformo Salute!

Disclaimer

Foto: Michelle Tribe via Flickr

Potrebbe interessarti anche:

tosse secca notturna

Tosse secca notturna: le cause e i rimedi migliori per calmare gli attacchi

La tosse secca notturna non ti fa dormire bene? In questo post scoprirai perché la tosse peggiora di sera e di notte e come alleviarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.