Home / Attualità / Economia e Risparmio / Carta di credito: vantaggi e svantaggi

Carta di credito: vantaggi e svantaggi

vantaggi e svantaggi carta di credito

La carta di credito è lo strumento che nei prossimi anni verrà utilizzato sempre di più tanto che probabilmente sostituirà in maniera graduale il contante. L’utilizzo della carta di credito però è un’arma a doppio taglio: può portare infatti dei vantaggi e degli svantaggi, a seconda del livello di attenzione dell’utente. Fare acquisti con la carta di credito è molto facile, fin troppo facile, e un utilizzo non oculato può metterci nei guai. Se vi state chiedendo se sia il caso o meno di richiedere una carta di credito, prendete in considerazione le valutazioni che seguono.

I vantaggi della carta di credito

Il primo e più immediato vantaggio dell’avere una carta di credito è la possibilità di non portarsi più dietro del contante. Si evita così di dover ogni volta andare a prelevare prima di fare shopping, oppure si rischiano meno furti visto che un portafoglio senza contanti serve poco ai malintenzionati.

Il secondo e più importante vantaggio nell’uso della carta di credito è l’acquisto online. Su internet ci sono offerte che non si trovano in nessun negozio. Gli e-shop consentono di fare acquisti di ogni tipo, ultimamente persino di cibo, senza uscire di casa, evitando così la ressa dei centri commerciali e la delusione del vestito di cui non c’è la taglia in negozio. Facendo acquisti su internet infatti c’è molta più scelta e prezzi più bassi, e sono sempre meno gli e-commerce che consentono il pagamento alla consegna o i bonifici come metodo di pagamento alternativo. Inoltre fare acquisti online con la carta di credito consente di ottenere eventuali rimborsi, sempre sulla stessa carta, in pochissimi giorni.

Altro vantaggio è che, se non si ha immediata disponibilità per effettuare una spesa, utilizzando la carta di credito si posticipa il pagamento al mese successivo. Inoltre, in caso di spese consistenti, ormai quasi tutti i gestori permettono il rimborso rateale, in modo da non incidere eccessivamente sul budget familiare. Ovviamente il rimborso rateale avrà un costo in termini di interessi. Inoltre, quando si utilizzano carte dei circuiti più diffusi come per esempio Visa e Mastercard, sono utilizzabili gratuitamente anche all’estero (tranne quando si preleva del denaro).

Gli svantaggi della carta di credito

Come dicevamo in precedenza, la carta di credito è un ottimo strumento se lo si sa usare. Esistono infatti alcuni svantaggi di cui tenere conto che ci devono fare riflettere bene prima di richiedere una carta di credito o utilizzarla. Uno di questi è il terrore delle truffe online, compresa la clonazione della carta di credito. Con questi raggiri è possibile che un sito internet non affidabile utilizzi i dati della vostra carta di credito in modo fraudolento per sottrarvi denaro. A questa terribile pratica però si può porre rimedio in modo semplice. Prima di tutto rilasciando il proprio numero di carta di credito esclusivamente sui siti affidabili, gli store online famosi che hanno sistemi di protezione dei dati delle carte criptati e quasi impossibili da hackerare; e poi controllando periodicamente, meglio se ogni giorno, i movimenti della propria carta di credito attraverso i servizi online. Non appena si nota un movimento sospetto è possibile intervenire bloccando la carta di credito.

Una paura comune è che la carta di credito venga rubata o smarrita, e il credito venga prosciugato da chi la trova. In realtà questo è un falso problema perché prima di tutto per utilizzare la carta di credito bisogna avere anche un documento con sé, mentre le macchine self service (per esempio presso un benzinaio) chiedono un PIN; inoltre non appena ci si rende conto dello smarrimento della carta di credito basta chiamare il numero verde (attivo 24/7) del proprio gestore per bloccarla. In caso di furto basta poi effettuare la denuncia presso i Carabinieri e gli eventuali ammanchi vengono rimborsati dal gestore stesso. È inoltre possibile attivare un sistema di sms alert per rendersi conto di ogni volta che ci sono delle spese con la carta di credito.

Infine l’ultimo svantaggio deriva dalla capacità di autoregolamentazione del cliente stesso. La possibilità di posticipare le spese non significa che si possano spendere soldi che non si hanno, dunque avere una carta di credito significa anche imparare a regolare le proprie spese, evitando di superare la propria capacità di rimborsare gli importi.

Foto: Freeimages

Potrebbe interessarti anche:

partita iva costi

Partita IVA costi 2018 regime forfettario e normale

Quali costi si devono sostenere in fase di apertura della Partita IVA e quelli da sostenere durante l'anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.