Home / Attualità / Politica / L’ottimismo del governo non vince lo scetticismo per il futuro

L’ottimismo del governo non vince lo scetticismo per il futuro

renzi e governo

La Banca di Italia e la Bce si trovano in disaccordo sui risultati ottenuti fin qui dall’Italia, soprattutto per quanto riguarda lo spiraglio di ripresa economica, soddisfacente per l’istituto di Palazzo Koch, ed invece completamente deludenti per l’eurotower. In particolare sono proprio i progressi che l’Italia avrebbe compiuto fino a qui ad essere messi sotto esame.

Non si tratta di una presa di posizione astratta, ma di una consapevolezza che muove i passi dall’osservazione del fatto che il tasso di crescita dell’Italia continua ad essere al di sotto della media europea, così come il tasso di produttività del lavoro, che ugualmente resta al di sotto della media della zona euro. Il tutto non alimenta né incentiva una ripresa di investimenti e prestiti da parte dei privati.

A peggiorare la situazione infine c’è anche il giudizio, nettamente negativo, sulla qualità della governance del Bel Paese che non riesce a scalare la classifica dei Paesi Ue rimanendo nelle posizioni più basse. Il tutto in un momento in cui anche il clima di fiducia degli italiani si è deteriorato dopo un breve periodo di moderato ottimismo.

La Banca Centrale Europea però non vede tutto in chiave negativa, partendo da una constatazione di crescita, che seppur “moderata nel secondo trimestre” c’è comunque stata, e che “in prospettiva, è atteso un ulteriore ampliamento della ripresa economica”. Questo verrebbe sostenuto ed alimentato a sua volta da una serie di fattori, tra i quali, “le misure Bce”, dagli effetti delle riforme fin qui varate, dal processo che prosegue sul fronte del risanamento dei conti, e non da ultimo dal basso prezzo del petrolio e dall’export.

Quindi ancora una volta arriva un richiamino ai vertici italiani, considerato che di alibi ce ne sono sempre di meno, visto che gli strumenti messi a disposizione dalla politica monetaria sono considerati più che sufficienti dai vertici della Bce, in più amplificati, negli effetti positivi, da un insieme di fattori estremamente positivi, vista l’attuale situazione.

Potrebbe interessarti anche:

Fratelli d'Italia

Fratelli d’Italia: il programma elettorale 2018 della Meloni

Dalla famiglia all'immigrazione, dal lavoro al welfare, i punti principali del programma di Fratelli d'Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.