Home / Attualità / Scienza e tecnologia / Come impostare Firefox browser predefinito su Windows 10

Come impostare Firefox browser predefinito su Windows 10

firefox

Con lo sbarco di Windows 10 che si ripropone di far guadagnare quell’enorme fetta di mercato che Microsoft ha perso negli ultimi anni, inevitabilmente ci sarà qualcuno che subirà perdite ingenti. Il primo a storcere il naso è stato Mozilla che, dopo anni di crescita del suo browser Firefox, potrebbe subire un duro colpo dovuto al passaggio al nuovo Sistema Operativo. Come i primi tester hanno anticipato, Microsoft ha imposto come browser predefinito il suo nuovo Edge che sostituirà Internet Explorer. C’è molta curiosità intorno a questo nuovo browser, ma Mozilla è recentemente insorta affermando: non è giusto che gli utenti che fino a ieri avevano Firefox come browser principale si ritrovino oggi con Edge come browser predefinito.

Come impostare Firefox come browser predefinito su Windows 10

Dato che da Microsoft non sono giunte risposte, Mozilla ha fatto da sé ed ha rilasciato una guida (in inglese) per impostare autonomamente Firefox come browser principale. Noi l’abbiamo tradotta per voi, eccola:

  1. Aprire il browser di Firefox. Vi verrà chiesto se volete impostarlo come browser predefinito, cliccare sul bottone “Usa Firefox come browser predefinito”;
  2. Si aprirà una finestra con le impostazioni di Windows in cui si possono scegliere le app di default. Scrollare verso il basso e cliccare sulla voce “browser web”;
  3. Sotto la voce “browser web” troverete di default l’icona di Microsoft Edge, oppure la scritta “scegli il tuo browser predefinito”. Cliccare sull’icona di Edge oppure sulla scritta;
  4. Comparirà un elenco di browser, scegliete quello che preferite, in questo caso Firefox;
  5. Chiudere l’applicazione per salvare le modifiche.

La stessa guida è valida qualora voleste predisporre come predefinito il browser Chrome o altri ancora.

Il percorso è stato volutamente reso complesso da Microsoft, e soprattutto non intuitivo inserendo l’icona di Microsoft Edge sotto la voce “browser web” proprio perché la casa americana vuole imporre il proprio browser ai nuovi utenti. Sicuramente Edge avrà i suoi pregi e non mettiamo in dubbio che si ritaglierà una buona fetta di mercato, ma se il web dev’essere libero, devono esserlo anche gli utenti di scegliere il proprio browser. Per questo non è escluso che Mozilla, ma probabilmente anche Google per Chrome, chiedano in futuro di modificare questa imposizione sotto minaccia di ritorsioni legali.

Potrebbe interessarti anche:

smartphone

Smartphone distruttori: oggetti e business scomparsi dal mercato

Chi si ricorda più delle enciclopedie cartacee, di sveglie e navigatori satellitari?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.