Home / Salute / Medicina / Impetigine bambini: il rischio aumenta in spiaggia

Impetigine bambini: il rischio aumenta in spiaggia

impetigine bambini

L’impetigine è una lieve infezione della pelle che colpisce in particolar modo i bambini. Un soggetto può essere contagiato dall’impetigine in qualsiasi momento dell’anno e in diverse situazioni, ma lo scenario che maggiormente favorisce il contagio è quello della spiaggia. Nel mare e soprattutto sulla sabbia abbondano streptococchi e stafilococchi che causano il contagio, e pertanto è facile che un bambino, giocando sulla sabbia per tante ore al giorno d’estate, contragga l’infezione da impetigine. I contagi tra i bambini sotto i 10 anni infatti sono statisticamente molto più numerosi.

Come riconoscere l’impetigine nei bambini

L’impetigine si manifesta con bolle o chiazze sulla pelle esposta, in particolar modo mani, viso e collo, è molto contagiosa e in estate, visto che si indossa quasi sempre il costume da bagno, si può manifestare un po’ su tutto il corpo. Le bolle sono rosse e quando si allargano si schiariscono al centro; una volta rotte fanno fuoriuscire del liquido giallognolo e poi guariscono senza lasciare cicatrici.

Un bambino può contrarla molto facilmente, basta grattarsi avendo sulle mani il batterio, oppure usare un asciugamano contaminato, e una volta passata può anche ritornare perché non produce gli anticorpi che combattono una seconda ondata infettiva.

Perché l’impetigine aumenta in spiaggia

Sono diverse le motivazioni per cui i bambini al mare vengono spesso contagiati da impetigine. La prima, e più ovvia, è che le spiagge sono piene di batteri e i bambini, trascorrendo molte ore sulla sabbia e nell’acqua indossando solo il costumino, vengono in contatto con tutti questi agenti patogeni. Ma non solo. Favoriscono il contagio anche il caldo e l’umidità, i giochi che aumentano le probabilità di escoriazioni, le punture di insetto, e poi la pelle macerata tanto tempo nell’acqua è maggiormente esposta ai batteri.

Curare l’impetigine nei bambini

Curare l’impetigine è facile perché, in forma lieve, l’infezione passa da sola. Non esiste una forma di trattamento unica per tutti e i medici consigliano di far visitare il bambino da un medico perché ogni caso ha bisogno di una valutazione specifica. Generalmente, come detto, se l’infezione è lieve e localizzata, si tende a non curarla affatto, ma semplicemente bisogna tenerla d’occhio. In alternativa si possono usare pomate antibiotiche locali o impacchi con antisettici come la normale amuchina.

Quando però l’infezione è diffusa, colpisce un neonato o il bambino era già debilitato da altre condizioni, è necessario fornire una cura antibiotica generale per via orale. Evitare il contagio da impetigine non è semplice per un bambino, ma possono aiutare frequenti docce con acqua dolce.

Fonti: Lucianoschiazza; Gravidanzaonline
Foto: Wikipedia

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

lingua irritata dolorante

Lingua irritata e dolorante: cause e rimedi per bruciore e bolle

La tua lingua è irritata, cosparsa di macchie rosse e ti fa male quando mangi o bevi? Scopri da cosa può dipendere e come alleviare il dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.