Home / Attualità / Megabus: opinioni sull’autobus a 1 euro

Megabus: opinioni sull’autobus a 1 euro

megabus opinioni

Anche in Italia è partito il Megabus. La data prescelta per il futuristico servizio di autobus a un euro è stata il 24 giugno 2015. A partire da questa data tutti i viaggiatori italiani che decideranno di preferire Megabus alle altre compagnie di autobus o di treni potranno spostarsi per tutto il Paese con poco più di un euro. Ma sarà davvero così? Gli italiani, diffidenti per natura, si chiedono cosa si nasconda dietro una tariffa così bassa. E noi abbiamo cercato di capirlo andando a spulciare tra i forum degli utenti che negli ultimi anni hanno usato il servizio all’estero, per capire quali sono le loro opinioni.

Come funziona il Megabus

Il Megabus è un autobus come tutti gli altri, solo più grande. Ha una capienza tra 77 e 87 posti e per questo motivo, anche con un euro a passeggero, ha un sicuro guadagno. La politica aziendale infatti è di far prenotare il biglietto in anticipo (bisogna aggiungere 50 centesimi per i diritti di prenotazione), in modo tale che i mezzi siano quasi sempre pieni. Un incasso superiore alle 100 euro (comprendendo la prenotazione) è così sufficiente a coprire le spese. Anche perché il carburante è meno caro rispetto al normale dato che utilizza un mix tra gasolio, biocarburanti e un additivo che riduce il consumo. Ogni viaggiatore ha inoltre diritto a trasportare un solo bagaglio del peso massimo di 25 kg e può disporre di wi-fi a bordo, prese elettriche e aria condizionata. È possibile cambiare la prenotazione fino a 6 ore prima della partenza, ma è quasi impossibile riuscire a trovare un posto nelle corse di giornata o nei giorni successivi perché i mezzi sono quasi sempre pieni.

L’altro lato del Megabus

Per viaggiare ad un prezzo così basso comunque, qualche disagio bisogna sopportarlo. Tanto per cominciare i tempi di viaggio. Un normale viaggio tra Roma e Milano può durare dalle 9:45 ore alle 10 ore e mezza quando normalmente dura dalle 5 alle 8 ore, a seconda del numero di fermate, mentre con il Frecciarossa di ore se ne impiegano solo 3. Non effettuando fermate nei paesini visto che il Megabus è attivo solo nelle grandi città (in Italia copre Bologna, Firenze, Genova, La Spezia, Milano, Napoli, Padova, Pisa, Roma, Siena, Torino, Venezia e Verona), il fatto che ci impieghi così tanto tempo fa pensare che probabilmente non prende l’autostrada o perde molto tempo imbottigliato nel traffico delle città visto che le fermate sono sempre in centro.

Altro disagio è che il conducente non parla l’italiano, e molti neanche l’inglese, quindi chiedere informazioni è impossibile e non è nemmeno molto tranquillizzante avere a che fare con un autista con il quale non si può comunicare. Inoltre va considerato che il costo di un euro a viaggio è temporaneo, non sarà sempre così. Megabus è infatti appena sbarcato in Italia ed aveva bisogno di una forte campagna pubblicitaria per farsi conoscere; trascorso questo periodo i prezzi dei biglietti aumenteranno, anche se comunque si manterranno più bassi rispetto alla concorrenza. I gestori del servizio hanno infatti assicurato che non si supereranno i 15 euro a biglietto, cifre ben al di sotto della media del mercato.

Gli utenti esteri che utilizzano il servizio da più tempo di noi lamentano la scortesia dello staff, il fatto che gli autobus non siano quasi mai in orario, frequenti malfunzionamenti per esempio al sistema elettrico, oppure si lamentano del fatto che gli autobus sono troppo stretti e affollati, specialmente d’estate spesso si sprigionano odori poco piacevoli. Un problema che comunque riguarda un po’ tutte le compagnie. Per quanto riguarda il comfort e la pulizia, nulla da eccepire. In sostanza il parere comune è che il Megabus possa essere molto conveniente sulle lunghe tratte (ma evitate di legarlo alle coincidenze perché i ritardi vanno messi in conto), mentre sui percorsi brevi, impiegando così tanto tempo, probabilmente è meglio provare delle alternative.

Aggiornamento: Megabus è stato acquisito da Flixbus e ora sono la stessa azienda.

Potrebbe interessarti anche:

buon natale 2017 cartolina

Buone feste dalla redazione di Minformo.it

Auguri di buon Natale e felice anno nuovo dalla redazione di Minformo.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.