Home / Attualità / Scienza e tecnologia / 8 buone ragioni per aprire un sito web aziendale

8 buone ragioni per aprire un sito web aziendale

sito web aziendale

Aprire un sito web aziendale permette anche alle piccole imprese di farsi conoscere in rete, guadagnando nuovi clienti e fidelizzando quelli già acquisiti. La presenza online di un’azienda può  influenzarne e determinarne il successo. Per rendersi conto delle enormi opportunità offerte da un sito web aziendale è sufficiente dare un’occhiata ai dati sulla percentuale di italiani connessi diffusi dall’Audiweb. Nel 2014 l’84,6% della popolazione italiana, pari a 40 milioni di persone, ha dichiarato di accedere a Internet per relazionarsi, fare degli acquisti e cercare informazioni su prodotti e servizi: dai mutui più convenienti alle assicurazioni auto economiche; dai professionisti affidabili ai pacchetti vacanza particolarmente vantaggiosi.

Ma l’aumento delle ricerche online non è l’unico motivo valido per registrare un dominio e creare un portale per la propria impresa. Secondo Karen Coleman, proprietaria della Kaz Design Works, esistono almeno 8 otto buone ragioni per aprire un sito web aziendale:

  1. Acquisire credibilità e autorevolezza. Senza un sito professionale i potenziali clienti potrebbero reperire le informazioni che cercano dalle aziende concorrenti che hanno investito maggiormente nella loro presenza online. I professionisti e le piccole imprese che non hanno una sede fisica o un negozio possono promuovere facilmente servizi e prodotti.
  2. Fornire ai propri clienti informazioni, comunicazioni di servizio e aggiornamenti in tempo reale su nuove promozioni, offerte, prodotti in arrivo, pacchetti speciali, senza dover fare affidamento alla carta stampata che richiede tempi e costi più lunghi per raggiungere un pubblico altrettanto vasto.
  3. Garantire ai clienti e ai potenziali clienti informazioni e risposte sui propri prodotti e servizi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, anche in orari non lavorativi.
  4. Conquistare una fetta di clienti più ampia, vendendo prodotti e servizi a distanza.
  5. Mostrare facilmente l’esperienza maturata nel proprio settore, tramite gallery, recensioni lasciate dagli altri clienti e portfolio digitale.
  6. Risparmiare tempo, rispondendo una sola volta ai dubbi e alle richieste più comuni dei propri clienti tramite FAQ e approfondimenti.
  7. Promuovere la propria attività a costi inferiori rispetto agli annunci pubblicitari, raggiungendo un numero maggiore di persone.
  8. Raccogliere i suggerimenti e conoscere le esigenze e le preferenze dei propri clienti tramite i commenti e i feedback, comunicando facilmente con decine di persone tramite l’invio di newsletter periodiche e l’aggiornamento del blog.

Secondo Riccardo Scandellari, esperto di tecniche di comunicazione digitale, per portare al successo un sito web aziendale è necessario utilizzare un linguaggio vivace e non ingessato, affidandosi a blogger capaci di mantenere vivo l’interesse degli utenti con contenuti freschi e dinamici. Il sito web aziendale non dev’essere infatti un mero contenitore di informazioni sull’impresa o peggio un collettore di comunicati stampa, bensì un luogo virtuale di incontro e condivisione. Uno strumento interattivo capace di far guadagnare all’azienda l’authorship necessaria a scalare le SERP e a farsi trovare da un numero sempre maggiore di persone.

Non bisogna poi dimenticare che 27,8 milioni di italiani accedono a Internet dallo smartphone e 10,2 milioni da tablet. Dati che hanno spinto molte compagnie di web hosting a offrire tool che possano permettere di creare la versione web mobile del proprio sito in maniera automatica, come il Mobile Site Builder di 1&1.

Foto: Wikimedia Commons

Potrebbe interessarti anche:

App per guadagnare camminando

App per guadagnare camminando: quanto paga Sweatcoin

Una passeggiata potrebbe farvi acquistare prodotti gratis. Come? Con un'app!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.