Home / Salute / Medicina / Salmonella sintomi nei bambini e negli adulti

Salmonella sintomi nei bambini e negli adulti

salmonella sintomi

La salmonella è un batterio trasmesso attraverso i cibi che può provocare la salmonellosi, ovvero intossicazione alimentare da salmonella. È la più comune causa di infezioni alimentari. Scoperta nel 1886, deve il suo nome allo scienziato che l’ha descritta per la prima volta, il dott. Daniel Elmer Salmon. Esistono oltre 2000 tipi di varianti di salmonella, ma sono sostanzialmente solo due quelle che possono essere considerate pericolose per l’uomo, ovvero Salmonella enteritidisSalmonella typhimurium.

Salmonella: sintomi nei bambini

Nei bambini, in particolare sotto i 5 anni, la salmonella è più frequente rispetto agli adulti per il semplice motivo che mettono più facilmente in bocca gli oggetti oppure che mangino senza lavarsi le mani. È importante sapere come la salmonella si trasmette. Il batterio infatti non è presente soltanto nei cibi (anche se la carne cruda e le uova sono le principali fonti di trasmissione), ma può essere trasmesso anche toccando le superfici sulle quali la carne infetta viene appoggiata, bevendo acqua contaminata o toccando animali o escrementi di animali e poi portando le mani alla bocca. La salmonella è frequente nei bambini anche perché il batterio può essere contenuto nel latte crudo e persino in quello in polvere ed è possibile trasmettere la salmonellosi da madre a figlio in gravidanza, ma non dopo la nascita perché il latte materno non è pericoloso.

I sintomi della salmonella nei bambini sono abbastanza simili a quelli degli adulti e vanno dai sintomi gastrointestinali (vomito, dolore, nausea e diarrea) alla febbre, fino a casi più gravi come meningite o altri tipi di infezioni. In particolare la meningite è tipica dei bambini perché sono soggetti più deboli, e infatti questa eventualità difficilmente si ripete negli adulti sani, ma può presentarsi tra gli anziani per lo stesso motivo, o negli adulti con deficit immunitari.

La comparsa dei sintomi della salmonellosi, sia nei bambini che negli adulti, è molto rapida, da 6 ore fino a 3 giorni dopo l’ingerimento del batterio, e durano per circa una settimana. Negli adulti la condizione può risolversi da sola ed essere persino asintomatica, nei bambini invece i sintomi compaiono quasi sempre e, per evitare complicazioni, è sempre consigliato far visitare il piccolo paziente da un medico.

Tra le complicanze possibili c’è la febbre tifoidea che si manifesta con l’ingrossamento del fegato e della milza, nonché con la comparsa di puntini rosa sulla pelle, nella seconda settimana dal contagio. Se dovessero comparire questi sintomi bisogna portare immediatamente il bambino dal medico perché il rischio che si sviluppi meningite o polmonite è accresciuto. Tra gli adulti tale rischio compare invece nei soggetti affetti da HIV, anemia falciforme o in coloro che assumono alcuni tipi farmaci come quelli per l’acidità di stomaco o immunosoppressori. Possibile anche che l’infezione si sposti verso le giunture e portare all’artrite, ma è più probabile negli anziani.

Curare e prevenire la salmonella

La salmonella si cura con gli antibiotici ma nei pazienti asintomatici può anche passare da sola. Nel caso di sintomi gravi, come una severa diarrea, è importante assumere gli antibiotici perché quando non curata, le complicanze della salmonellosi possono portare alla morte. Inoltre i pazienti con complicazioni severe hanno bisogno di reidratazione.

Per prevenire l’infezione da salmonella basta cuocere bene gli alimenti di origine animale, lavare bene la verdura, non bere acqua che potrebbe essere contaminata né latte crudo, lavare bene le mani prima di mangiare e tutto ciò che può venire in contatto con la carne cruda (posate, stoviglie, ripiani della cucina, ecc.), essere particolarmente attenti quando si preparano pasti per i bambini, gli anziani e le persone immunocompromesse, evitare contatti con i rettili e uccelli ed evitare che anche i bambini vengano a contatto. Non esiste un vaccino per la salmonella.

Fonti: ISS; CDC; Foodsafety; farmacoecura
Foto: Freeimages

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

lingua irritata dolorante

Lingua irritata e dolorante: cause e rimedi per bruciore e bolle

La tua lingua è irritata, cosparsa di macchie rosse e ti fa male quando mangi o bevi? Scopri da cosa può dipendere e come alleviare il dolore.