Home / Sport / Calcio / Europa League, ottavi di finale: sorridono solo Napoli e Roma

Europa League, ottavi di finale: sorridono solo Napoli e Roma

ottavi di europa league

Nella giornata in cui nel ranking FIFA l’Italia rientra tra le migliori 10 nazionali del mondo, a livello di club continuiamo a stentare. Delle 5 squadre che partecipano agli ottavi di finale di Europa League, solo il Napoli si può dire veramente soddisfatto. Sconfitte per Inter e Torino, solo un pari tra Fiorentina e Roma. Riviviamo le emozioni della serata nelle nostre sintesi.

Napoli-Dinamo Mosca 3-1: partenza shock per i napoletani con Kevin Kuranyi che dopo appena un minuto dall’inizio della gara incorna su calcio d’angolo e porta in vantaggio i suoi. Il gol è come uno schiaffo per i giocatori di Benitez che ci mettono 24 minuti per riprendersi, ma alla fine ce la fanno. Mertens e Higuain salgono in cattedra ed è spettacolo: cross del primo, spizzata del secondo ed è 1-1. Poco prima della fine del primo tempo ancora il belga si incunea in area, viene steso e dal dischetto il Pipita non sbaglia. Nella ripresa la Dinamo resta in 10 e ancora Higuain ne approfitta per segnare la sua tripletta. Al ritorno per passare basterà vincere, pareggiare e persino perdere 1-0 o con non più di un gol di scarto.

Wolfsburg-Inter 3-1: partita inversa a quella del Napoli è quella dell’Inter. I nerazzurri partono forte e dopo 5 minuti sono già in vantaggio con Palacio che approfitta di una dormita difensiva. Poco dopo però a dormire saranno i suoi compagni. Calcio d’angolo e Naldo viene dimenticato a centro area, per lui è facile tirare una fucilata di testa che stende Carrizo. Nella ripresa poi il portiere argentino va in confusione. Regala un pallone al limite dell’area agli avversari e si fa beffare, mentre nel finale non vede partire una punizione e quando si lancia è troppo tardi, il rimbalzo lo beffa e il Wolfsburg vince 3-1. Per passare al ritorno l’Inter dovrà vincere 2-0 o con un risultato ancora più rotondo.

Fiorentina-Roma 1-1: la gara si apre con uno svarione difensivo della Roma con palla recuperata dal solito Salah che fa partire il contropiede e serve Ilicic per l’1-0. I viola però si rannicchiano in difesa e subiscono gli attacchi incessanti dei giallorossi. Nella ripresa la Roma avrebbe l’opportunità di pareggiare ma Ljajic, davvero disastroso questa sera, si fa parare il rigore da Neto. Nel finale però è Keita che trova la rete del pari sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Zenit-Torino 2-0: il Toro resta in campo solo per mezz’ora, ma poi Benassi viene espulso per doppia ammonizione e la partita è compromessa. I russi prendono a pallonate Padelli che risponde bene ma non può nulla prima sulla deviazione a porta vuota di Witsel nel primo tempo, né sulla ribattuta di Criscito, dopo un palo, nella ripresa. Nel ritorno il Torino dovrebbe segnare almeno due gol e non subirne proprio per sperare nella qualificazione.

Questi gli altri risultati della serata:

  • Brugges-Besiktas 2-1
  • Dnipro-Ajax 1-0
  • Everton-Dinamo Kiev 2-1
  • Villarea-Siviglia 1-3

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.