Home / Attualità / Qualità della vita 2015: si vive meglio nel Nord…Europa

Qualità della vita 2015: si vive meglio nel Nord…Europa

qualità della vita 2015

Il gruppo Mercer ha stilato anche quest’anno la classifica delle città con la qualità della vita più alta al mondo, e come sempre per l’Italia sono dolori. In questa classifica della qualità della vita 2015 infatti, tra le 230 più grandi città prese in considerazione, le nostre italiane pur non sfigurando completamente, di certo sono molto lontane dalle prime posizioni.

I criteri presi in considerazione per realizzare lo studio sono:

  • Ambiente politico e sociale
  • Clima economico
  • Clima socio-culturale
  • Sanità
  • Scuola ed educazione
  • Trasporti e servizi pubblici
  • Tempo libero
  • Prodotti di consumo
  • Abitazione
  • Ambiente

Il punto di riferimento è come sempre New York, e i punteggi sono dati in base al rapporto con la città americana. Risparmiandovi tutti i calcoli del caso, scopriamo che come sempre si vive meglio al Nord. Purtroppo però non quello italiano, ma quello europeo e mondiale. Secondo la classifica della qualità della vita 2015 la città più vivibile al mondo è Vienna, capitale dell’Austria, seguita da Zurigo, in Svizzera. Solo due città si trovano nell’emisfero australe, ovvero Auckland, in Nuova Zelanda (terza) e Sydney, Australia, decima. In mezzo, nell’ordine troviamo Monaco, Vancouver, Dusseldorf, Francoforte, Ginevra e Copenhagen. Insomma, in Europa si vive bene (7 città su 10 sono europee), ma soltanto dalle Alpi in su.

E le italiane? Per trovare due nostre città bisogna scendere fino alla posizione numero 41 dove troviamo Milano, e addirittura alla 52 dove si piazza Roma. Se il risultato di Milano non preoccupa visto che il 41° posto era stato ottenuto anche nella rilevazione dello scorso anno, il problema sembra essere Roma che nel 2014 era al 38° posto mentre oggi ha perso ben 14 posizioni. Il sindaco Marino dovrebbe porsi un bel po’ di domande.

L’altra parte della medaglia vede invece le città più invivibili del mondo. La peggiore tra le grandi città è Baghdad, capitale dell’Iraq, a causa di guerre e lotte intestine che ormai non si fermano più da anni. A seguire troviamo Bangui, nella Repubblica Centrafricana, Port-au-Prince, capitale di Haiti, Khartoum, in Sudan, e Sana’a, in Yemen.

Foto: Wikipedia

Potrebbe interessarti anche:

lavoro all'estero

Lavoro all’estero: in quali Paesi gli emigrati sono più felici?

I 65 Paesi più industrializzati al mondo non sono sempre posti "felici" in cui lavorare. Specialmente per quanto riguarda l'Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.