Home / Sport / Calcio / Serie A 24^ giornata: la Juve scappa, ora è corsa per il 2° posto

Serie A 24^ giornata: la Juve scappa, ora è corsa per il 2° posto

risultati 24a giornata serie a

In questa lunghissima giornata di Serie A, iniziata venerdì sera e che si concluderà questa sera, è accaduto di tutto. La Juventus, nonostante la “distrazione” della Champions League, tenta la fuga verso il quarto scudetto consecutivo e, vincendo contro un’arcigna Atalanta, si porta a +9 dalla Roma. Ormai la lotta scudetto sembra quasi chiusa mentre si fa molto interessante la rincorsa all’Europa. La classifica dietro i bianconeri è infatti molto corta. Ma andiamo a rivivere le emozioni della 24^ giornata di Serie A.

Juventus-Atalanta 2-1: i bergamaschi confermano il loro buon momento di forma ma non riescono comunque a portare a casa punti, come troppo spesso gli sta accadendo ultimamente. Dopo i primi minuti di sofferenza vanno in vantaggio con il solito colpo di testa di Migliaccio, ma non basta. Pochi minuti dopo Llorente pareggia in mischia e sul finale di primo tempo Pirlo si inventa un tiro da lontanissimo che si insacca sotto l’incrocio dei pali e dà i tre punti ai suoi che nella ripresa controllano la gara.

Sampdoria-Genoa: rinviata per maltempo.

Milan-Cesena 2-0: il Cesena tenta di ripetere la partita contro la Juve, ma stavolta gli va male. Giocano bene i romagnoli, ma stavolta la difesa del Milan regge. Dietro invece i bianconeri hanno le solite lacune e così ne approfittano prima Bonaventura con un bel tiro da fuori area e poi nel finale Pazzini trasforma il rigore che chiude la partita.

Parma-Udinese: rinviata per indisponibilità del campo.

Empoli-Chievo 3-0: lo scontro salvezza va a completo appannaggio dei toscani. La partita resta in bilico per un intero tempo, anche se i ragazzi di Sarri sono in evidente controllo della gara. Nella ripresa però sale in cattedra Big Mac Maccarone e con la sua doppietta regala tre punti pesantissimi ai suoi.

Lazio-Palermo 2-1: chi vince quasi si garantisce un posto in Europa, ed ha la meglio la squadra di Pioli. Il Palermo è però un brutto cliente, e infatti passa subito in vantaggio grazie ad uno svarione di Mauricio che regala palla a Dybala che sblocca il risultato. La Lazio però gioca meglio, il Palermo pensa solo a difendersi e ripartire in contropiede, e così prima Mauri trova la deviazione del pari e poi Candreva azzecca il gol della domenica con un’azione personale strepitosa.

Verona-Roma 1-1: la Roma non sa più vincere. Il solito Gervinho sbaglia tantissimo e ci deve pensare capitan Totti dalla distanza a segnare, ma i padroni di casa non demordono, prova e riprova, alla fine pareggiano con Jankovic. Nella ripresa la Roma cala vistosamente, pagando anche gli impegni europei, e non riesce a trovare il gol vittoria.

Fiorentina-Torino 1-1: partita molto equilibrata per tutta la gara, ma con due portieri super e con Padelli che para anche un rigore a Babacar. Tutto però accade negli ultimi 5 minuti. All’85’ infatti Salah trova la rete del vantaggio, quattro minuti dopo una serie di batti e ribatti in area permette a Vives di trovare la deviazione per pareggiare i conti.

Napoli-Sassuolo 2-0: il Sassuolo si affida solo alle giocate di Berardi, ma non basta. Il Napoli è più squadra, Zapata non vuol essere da meno di Higuain e si batte come un leone. Proprio Zapata nella ripresa trova il gol dell’1-0 e propizia il 2-0 di Hamsik. Ora il secondo posto è a soli 3 punti.

Cagliari-Inter 1-2: una bella Inter vola in Sardegna e mostra finalmente un gioco degno. A sbloccare la gara ci pensa Kovacic, a chiuderla Icardi (che si divora anche diversi altri gol). Nel finale Longo accorcia, con la collaborazione del palo e di Carrizo, ma ormai è tardi.

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.