Home / Sport / Calcio / Serie A 24^ giornata: la Juve scappa, ora è corsa per il 2° posto

Serie A 24^ giornata: la Juve scappa, ora è corsa per il 2° posto

risultati 24a giornata serie a

In questa lunghissima giornata di Serie A, iniziata venerdì sera e che si concluderà questa sera, è accaduto di tutto. La Juventus, nonostante la “distrazione” della Champions League, tenta la fuga verso il quarto scudetto consecutivo e, vincendo contro un’arcigna Atalanta, si porta a +9 dalla Roma. Ormai la lotta scudetto sembra quasi chiusa mentre si fa molto interessante la rincorsa all’Europa. La classifica dietro i bianconeri è infatti molto corta. Ma andiamo a rivivere le emozioni della 24^ giornata di Serie A.

Juventus-Atalanta 2-1: i bergamaschi confermano il loro buon momento di forma ma non riescono comunque a portare a casa punti, come troppo spesso gli sta accadendo ultimamente. Dopo i primi minuti di sofferenza vanno in vantaggio con il solito colpo di testa di Migliaccio, ma non basta. Pochi minuti dopo Llorente pareggia in mischia e sul finale di primo tempo Pirlo si inventa un tiro da lontanissimo che si insacca sotto l’incrocio dei pali e dà i tre punti ai suoi che nella ripresa controllano la gara.

Sampdoria-Genoa: rinviata per maltempo.

Milan-Cesena 2-0: il Cesena tenta di ripetere la partita contro la Juve, ma stavolta gli va male. Giocano bene i romagnoli, ma stavolta la difesa del Milan regge. Dietro invece i bianconeri hanno le solite lacune e così ne approfittano prima Bonaventura con un bel tiro da fuori area e poi nel finale Pazzini trasforma il rigore che chiude la partita.

Parma-Udinese: rinviata per indisponibilità del campo.

Empoli-Chievo 3-0: lo scontro salvezza va a completo appannaggio dei toscani. La partita resta in bilico per un intero tempo, anche se i ragazzi di Sarri sono in evidente controllo della gara. Nella ripresa però sale in cattedra Big Mac Maccarone e con la sua doppietta regala tre punti pesantissimi ai suoi.

Lazio-Palermo 2-1: chi vince quasi si garantisce un posto in Europa, ed ha la meglio la squadra di Pioli. Il Palermo è però un brutto cliente, e infatti passa subito in vantaggio grazie ad uno svarione di Mauricio che regala palla a Dybala che sblocca il risultato. La Lazio però gioca meglio, il Palermo pensa solo a difendersi e ripartire in contropiede, e così prima Mauri trova la deviazione del pari e poi Candreva azzecca il gol della domenica con un’azione personale strepitosa.

Verona-Roma 1-1: la Roma non sa più vincere. Il solito Gervinho sbaglia tantissimo e ci deve pensare capitan Totti dalla distanza a segnare, ma i padroni di casa non demordono, prova e riprova, alla fine pareggiano con Jankovic. Nella ripresa la Roma cala vistosamente, pagando anche gli impegni europei, e non riesce a trovare il gol vittoria.

Fiorentina-Torino 1-1: partita molto equilibrata per tutta la gara, ma con due portieri super e con Padelli che para anche un rigore a Babacar. Tutto però accade negli ultimi 5 minuti. All’85’ infatti Salah trova la rete del vantaggio, quattro minuti dopo una serie di batti e ribatti in area permette a Vives di trovare la deviazione per pareggiare i conti.

Napoli-Sassuolo 2-0: il Sassuolo si affida solo alle giocate di Berardi, ma non basta. Il Napoli è più squadra, Zapata non vuol essere da meno di Higuain e si batte come un leone. Proprio Zapata nella ripresa trova il gol dell’1-0 e propizia il 2-0 di Hamsik. Ora il secondo posto è a soli 3 punti.

Cagliari-Inter 1-2: una bella Inter vola in Sardegna e mostra finalmente un gioco degno. A sbloccare la gara ci pensa Kovacic, a chiuderla Icardi (che si divora anche diversi altri gol). Nel finale Longo accorcia, con la collaborazione del palo e di Carrizo, ma ormai è tardi.

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.