Home / Sport / Calcio / Serie A 22^ giornata: Roma e Juve corrono, l’Inter risorge

Serie A 22^ giornata: Roma e Juve corrono, l’Inter risorge

risultati 22^ giornata

Il campionato di Serie A ritorna, per una domenica, alla normalità. Una normalità che a dire il vero è mancata per gran parte della stagione. Juventus, Roma e Napoli corrono, l’Inter ritorna a vincere, in attesa dei due posticipi di questa sera. E come è normale per il calcio italiano, tornano le polemiche. Ma riviviamo la 22a giornata di Serie A.

Verona-Torino 1-3: il solito immenso Toni questa volta non basta, il Torino ha ripreso a giocare come sa e a vincere. È ufficialmente cominciato il girone di ritorno che, storicamente, è sempre stato fortunato per i ragazzi di Ventura che oggi scoprono un potenziale talentino, il venezuelano Martinez.

Juventus-Milan 3-1: non gioca male il Milan, ma la Juve è troppo superiore. A creare polemiche il primo gol di Tevez con un sospetto fuorigioco di partenza, questione di millimetri. Prova Antonelli a riagguantare gli avversari su calcio d’angolo, ma lo strapotere bianconero, Bonucci-Morata, riporta le cose a posto.

Fiorentina-Atalanta 3-2: se la vede brutta la Fiorentina contro una delle migliori Atalanta dell’anno, ma alla fine trova i tre punti dopo essere stata sotto e dopo essersi fatta recuperare sul 2-2 a pochi minuti dal termine. Gol decisivo di Pasqual, ma partita eccezionale di un ritrovato Diamanti.

Napoli-Udinese 3-1: sprint Napoli che va in gol con Gabbiadini e Mertens nei primi minuti ed incanala la partita. Sul 2-0 i friulani si svegliano, segnano il gol del 2-1 e schiacciano gli avversari per quasi un’ora, ma una sfortunata deviazione di Thearau nella sua porta chiude la partita definitivamente.

Parma-Chievo: rinviata per neve.

Sampdoria-Sassuolo 1-1: partenza al cardiopalma con il Sassuolo che segna con Acerbi alla prima occasione e Samp che risponde pochi minuti dopo con il solito Eder. Poi più nulla. Partita a ritmi alti ma poche occasioni, Eto’o gioca 25 minuti ma tocca 1 o 2 palloni in tutto.

Cagliari-Roma 1-2: la Roma vede i fantasmi ma si salva grazie ad uno straordinario Verde, diciottenne della Primavera che si sta ritagliando un posto in squadra. Dopo un tempo di sofferenza è proprio Verde che fornisce l’assist per lo 0-1 a Ljajic. I giallorossi chiudono la partita nella ripresa ma il Cagliari non si fa abbattere e nel recupero accorcia con M’Poku, ma è troppo tardi.

Empoli-Cesena 2-0: partita molto equilibrata in cui poteva accadere di tutto. Nel primo tempo regna l’equilibrio ma nella ripresa il Cesena crolla fisicamente e Maccarone può sbloccare il risultato per i suoi. Il 2-0 mette il Cesena con un piede in Serie B.

Inter-Palermo 3-0: il Palermo Dybala-dipendente quando non brilla la sua stella sparisce dal campo. L’Inter gioca con il sangue agli occhi, passa in vantaggio con Guarin e rischia il pari più volte ma Dybala è impreciso. Nella ripresa sale in cattedra Icardi con una doppietta e ora fa sperare che l’Inter sia guarita.

Lazio-Genoa 0-1: ottima Lazio ma non basta. Due pali negano il gol alla squadra di Pioli e così la dura legge del calcio porta gli ospiti a trovare la rete della vittoria-beffa.

Potrebbe interessarti anche:

ranking uefa

Ranking UEFA 2017: l’Italia punta al secondo posto

Il ranking UEFA aggiornato alla fine del 2017 sorride all'Italia, mai così in alto da 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.