Home / Attualità / Politica / Legge anticorruzione: cosa prevede il nuovo testo

Legge anticorruzione: cosa prevede il nuovo testo

legge anticorruzione

Legge anticorruzione, atto secondo. Dopo le polemiche sulla possibile norma salva-Silvio e salva-Silvio bis presentate e ritirate da Renzi, come promesso si ritorna a parlare di una legge che combatta la corruzione in Italia subito dopo la nomina del nuovo Presidente della Repubblica. E così ieri il PD ha presentato un testo in commissione giustizia al Senato, condiviso sia da Renzi che dall’Anm, e che trova il supporto anche di Movimento 5 Stelle, NCD, Scelta Civica, Lega e Sel, apportando alcune modifiche. Forza Italia per ora non si esprime, ma probabilmente lo farà in aula. E non è detto che sarà favorevole.

La vicenda dello strappo del Patto del Nazareno si è concretizzata proprio sulla famosa norma salva-Silvio. Ricordiamo che quella norma prevedeva una soglia di non punibilità per chi evadeva entro una certa percentuale rispetto all’imponibile complessivo. Se la norma fosse passata, la frode fiscale contestata a Berlusconi, e per la quale è stato anche condannato, sarebbe stata cancellata. Il Governo ha così deciso di eliminare definitivamente quella norma, sostituendola con una che tiene conto della grandezza dell’azienda. Ancora non si conoscono i dettagli di tale norma, ma di fatto prevederà che la percentuale di evasione “ammessa” debba tener conto del fatturato. Perché se il 3% in un’azienda che fattura 300 mila euro all’anno è appena 3 mila euro, in una che fattura 30 miliardi di euro l’anno prevede tutt’altre cifre.

Ma non si è parlato solo della non punibilità. Anzi, sono state estese le sanzioni per corrotti e corruttori. In particolare saranno colpiti i pubblici ufficiali corrotti, previste pene anche per la “messa a libro paga”, cioè politici e funzionari che vengono regolarmente pagati dalle organizzazioni criminali, ma anche per i reati di corruzione propria e induzione alla corruzione, estesa la punibilità per il falso in bilancio, sempre che non si tratti di cifre irrisorie, che diviene perseguibile d’ufficio anche per le società quotate in Borsa. Introdotta la possibilità di ottenere uno sconto di pena per chi invece collabora a smascherare altre persone corrotte, mentre verrà rivista anche la disciplina della prescrizione che procederà di pari passo con questa nuova legge.

Foto: Freeimages

Potrebbe interessarti anche:

Fratelli d'Italia

Fratelli d’Italia: il programma elettorale 2018 della Meloni

Dalla famiglia all'immigrazione, dal lavoro al welfare, i punti principali del programma di Fratelli d'Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.