Home / Salute / Medicina / Influenza stagionale: combattila con i rimedi casalinghi

Influenza stagionale: combattila con i rimedi casalinghi

influenza stagionale rimedi casalinghi

L’influenza stagionale sta costringendo a letto centinaia di italiani, debilitati da dolori reumatici, raffreddore, mal di testa da sinusite e disturbi gastrointestinali come vomito e diarrea. Secondo i dati della rete Influnet dell’Istituto Superiore di Sanità, già nelle ultime settimane del 2014 in Italia si sono registrati 2,36 casi ogni 100 mila assistiti. Alla riapertura delle scuole, dopo l’Epifania, si è registrato un ulteriore picco del virus influenzale, soprattutto tra la popolazione infantile, nella fascia d’età al di sotto dei 5 anni.

Per combattere la sensazione di spossatezza e i malesseri legati all’influenza stagionale, dai brividi al mal di gola, dalla tosse alla congestione nasale, si può ricorrere a rimedi casalinghi che alleviano i sintomi, riducendo i tempi di guarigione.

Parola d’ordine: idratazione

Secondo gli esperti di WebMD quando si contrae il virus dell’influenza bisogna innanzitutto mantenere l’organismo ben idratato. Reintegrare i liquidi persi è fondamentale soprattutto quando si manifestano vomito e diarrea. Se l’urina è di un colore giallo pallido, quasi del tutto incolore, è segno che il corpo ha un livello sufficiente di idratazione.

Sì all’acqua, ai succhi di frutta e a tisane arricchite di miele per sedare la tosse e trovare sollievo dalla gola irritata. Se la nausea impedisce di ingerire cibi solidi e liquidi, è bene bere a piccoli sorsi, senza forzature. Non tutte le bevande, però, contribuiscono a mantenere idratato l’organismo. Bisogna infatti evitare quelle diuretiche, come il caffè, che favoriscono l’eliminazione dei liquidi. Da evitare anche gli alcolici, che accrescono la sonnolenza causata dall’influenza stagionale.

Un rimedio casalingo efficace contro l’influenza stagionale è il brodo di pollo. Il vapore che sale dal piatto, unito al conforto assicurato da una bevanda calda e alle proprietà nutritive del pollo, simili a quelle di alcuni antibiotici leggeri, alleviano infatti la congestione nasale.

Riposare a sufficienza

Per aiutare il corpo a recuperare le forze e a combattere l’infezione è poi fondamentale riposare. Bisogna evitare di allenarsi quando si è ammalati e rimanere a letto, imparando ad ascoltare l’organismo quando chiede qualche ora di sonno in più.

In casa è bene mantenere l’aria ben umidificata utilizzando un deumificatore privo di muffe e funghi. I bagni di vapore e le inalazioni liberano le vie aeree superiori dalla congestione. Concedersi una doccia calda e respirare il vapore che si solleva dall’acqua bollente è un toccasana per trovare sollievo dal raffreddore. Per sciogliere il catarro, si può aggiungere qualche goccia di menta piperita o olio di eucalipto in una bacinella piena di acqua calda e inspirare i vapori per qualche minuto, evitando che si disperdano e creando una cappa con l’aiuto di un asciugamano.

Calore e coccole

Contro il mal di testa da sinusite è efficace appoggiare un panno caldo sulla fronte e sulle tempie. I gargarismi con acqua calda salata, invece, sono rimedi casalinghi ottimi per liberarsi del muco che si accumula in fondo alla gola, soprattutto dopo essere stati sdraiati a lungo. Per accelerare la guarigione, stando a riposo senza effettuare il minimo sforzo e alleviando la noia della tante ore trascorse a letto, infine, è utile avere accanto un familiare che possa preparare dei pasti caldi e nutrienti e offrire il suo supporto psicologico.

Fonte: WebMD

Potrebbe interessarti anche:

Graffio del gatto: quali malattie può trasmettere e come curarlo

Un gatto ti ha graffiato e sei preoccupato per la trasmissione di malattie? Niente paura! Scopri come medicare il graffio di un gatto e come riconoscere i sintomi di un'infezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.