Home / Sport / Calcio / Serie A 19^ giornata: la Juve chiude l’andata a +5

Serie A 19^ giornata: la Juve chiude l’andata a +5

juventus-verona 4-0

Prove di fuga della Juventus che rifila 4 gol al Verona (10 considerando la Coppa Italia di tre giorni fa) e vola a più cinque punti sulla Roma. Ma la notizia del giorno è la crisi del Milan che ormai non vince più da 4 giornate e vede sfumare il sogno terzo posto. Ma andiamo ad analizzare questa 19^ giornata di Serie A, l’ultima del girone d’andata.

Empoli-Inter 0-0: alla squadra di Mancini manca la rabbia, forse sottovaluta anche troppo l’avversario. E così nei 90 minuti se c’è una squadra che meriterebbe la vittoria è l’Empoli. L’Inter si salva grazie ad Handanovic e all’imprecisione degli attaccanti avversari, un enorme passo indietro rispetto ai progressi delle scorse giornate.

Palermo-Roma 1-1: pronti-via e Dybala mette a segno l’1-0 grazie ad un retropassaggio sbagliato di Astori. La Roma sbanda e rischia più volte di prendere il secondo gol, ma nella ripresa trova il pareggio grazie ad un gol di rapina di Destro. Entrambe le squadre potrebbero segnare ed il pareggio è il risultato giusto.

Lazio-Napoli 0-1: molto equilibrio per tutti i 90 minuti, ma la sfida per il terzo posto la decide Higuain, il migliore in campo, con un gran destro sul quale Marchetti ha qualche colpa.

Milan-Atalanta 0-1: il Milan schiaccia gli avversari per 90 minuti ma al primo affondo prende gol: è Denis ad approfittare di una dormita della difesa rossonera e ad entrare indisturbato in area e battere Diego Lopez. All’attivo anche una traversa per i bergamaschi mentre il Milan crea tanto gioco ma nessuna occasione limpida.

Udinese-Cagliari 2-2: incubo-Cagliari che però si sveglia nel finale. Gioca bene la squadra di Zola che va in vantaggio e sembra avere la partita saldamente in mano. Poi un black-out di 5 minuti permette ai friulani di ribaltare il risultato. Un rigore nel finale consente il pareggio meritato.

Chievo-Fiorentina 1-2: i viola fanno la partita e vanno in vantaggio, ma il Chievo tenta il colpaccio raggiungendo il pareggio con il solito intramontabile Pellissier. Nell’assalto finale, negli ultimi secondi, Babacar trova la rete della vittoria sfruttando il suo fisico poderoso.

Parma-Sampdoria 0-2: è notte fonda per il Parma. Non gioca male ma Cassano davanti è isolato e così gli emiliani non sono mai pericolosi. Risultato: ogni volta che la Samp affonda è gol. Straripante Eder che manda in rete Bergessio e Soriano.

Cesena-Torino 2-3: i granata rischiano di buttare una partita già vinta. In vantaggio per 0-2, amministrano bene il risultato finché non si addormentano e con due rigori di Brienza si fanno raggiungere. Stavolta però la reazione d’orgoglio c’è ed il neo-arrivato Maxi Lopez mette la sua firma sulla rete della vittoria.

Genoa-Sassuolo 3-3: solito spettacolo a Marassi dove saltano gli schemi e le due squadre se le danno di santa ragione. Berardi porta in vantaggio i suoi su rigore, ma Falque pareggia pochi minuti dopo. Missiroli riporta davanti il Sassuolo e Fetfatzidis ripareggia. Ancora Berardi mette davanti i suoi e al 91′ un’ingenuità difensiva permette ancora a Fetfatzidis di andare sul dischetto e fissare il risultato sul 3-3.

Juventus-Verona 4-0: i fantasmi del 6-1 infrasettimanale si manifestano subito in casa veronese. Dopo 3 minuti Pogba segna la rete del vantaggio; 3 minuti ancora ed è Tevez a mettere a segno il 2-0. La Juve è una furia e il solo Toni è troppo poco per il Verona. Gli ospiti non sono mai pericolosi e così, quando la Juve decide di chiudere la gara nella ripresa, lo fa. In gol Pereyra e ancora Tevez e Mandorlini ora rischia.

Potrebbe interessarti anche:

mondiale 2018

Mondiale 2018: qualificate, play-offs e composizione gironi finale

L'Italia dovrà passare dai play-offs per qualificarsi al Mondiale 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.