Home / Animali / Cani / Comunicare con il cane con il linguaggio del corpo

Comunicare con il cane con il linguaggio del corpo

linguaggio del corpo cane

Potete stare per ore a parlare con il vostro Fido, lui purtroppo non vi capirà mai. Potrà magari intuire se siete arrabbiati o se state giocando, ma non capirà le vostre parole. Basta però un movimento e lui capirà al volo ciò che volete da lui. Per questo più che insegnargli qualche parola “umana” (nonostante sia in grado di distinguere poche parole), forse è il caso che impariate voi a comunicare tramite gesti. Il linguaggio del corpo è importante quando si ha un animale, l’abbiamo già visto in un precedente post nel quale spiegavamo come un cane comunicava con noi attraverso la coda, la testa e la posizione del suo corpicino. Ora è arrivato il momento di capire come dobbiamo comunicare noi con lui.

Il primo passo da fare è assicurarsi il contatto visivo. Per capire se un cane ha un atteggiamento aggressivo o sottomesso nei vostri confronti, basta guardarlo negli occhi. Lo scambio di sguardi per un cane è un atto di sfida, infatti tra di loro i cani non si guardano mai negli occhi, se non per combattere. Un cane aggressivo, dominante, reggerà il vostro sguardo e, con ogni probabilità, rischia anche di aggredirvi. Un cane sottomesso invece distoglierà lo sguardo, eviterà di incrociare i vostri occhi e anzi, si accovaccerà, farà qualche passo indietro e, se capisce che siete arrabbiati, potrebbe anche urinare per deferenza.

Se avete a che fare con un cane di una razza aggressiva, come per esempio un Rottweiler, il consiglio degli addestratori è evitare di sfidarlo. Ciò significa non guardarlo negli occhi ma, quando ci si rivolge a lui, guardargli l’orecchio. In questo modo il cane percepirà la vostra fermezza, ma al tempo stesso non si sentirà sfidato perché non incrocia lo sguardo, evitando così spiacevoli sorprese.

Altro aspetto da considerare è la posizione del nostro collo e della nostra testa. I cani leggono queste posizioni come se fossero quelle di altri cani. Un collo alto significa fiducia e, a volte, sfida. Tenere la testa bassa invece significa deferenza e paura. Se un cane aggressivo si avvicina ringhiando, e tenete la testa alta, potrebbe prenderlo come un atto di sfida. Al contrario, abbassare la testa ed evitare di guardarlo negli occhi potrebbe “smontarlo”. Anzi, un senso di disarmo potrebbe arrivargli se tentate di giocare con lui.

Evitate invece di prendere i cani per la collottola o per il muso. Mentre avvicinarsi a queste aree ma senza il contatto può essere considerato un gioco, arrivare al contatto o addirittura forzare questi punti del corpo sono segni di sfida. Finché lo fa il padrone, il cane è sottomesso e ci può stare, ma se lo fa qualcuno senza autorità, come un bambino, la reazione può essere imprevedibile.

Infine è importante anche come e dove ci si siede. Se state seduti in una posizione superiore rispetto al cane, gli trasmettete autorità. Se il cane risponde accucciandosi ai piedi, comunica sottomissione. Se tenta di saltarvi sulle ginocchia invece si sente vostro pari. Tuttavia un cane pauroso e insicuro si sente meno minacciato da una persona che si siede alla sua stessa altezza piuttosto che da una che si siede in una posizione più alta; al contrario evitate di sedervi per terra con un cane aggressivo: lui potrebbe interpretare questo gesto come ammissione della sua autorità.

Fonte: Petplace
Foto: Freeimages

Potrebbe interessarti anche:

iruxol nel cane

Uso di Iruxol nel cane: come agiscono cloramfenicolo e collagenasi

La pomata Iruxol a base di cloramfenicolo e collagenasi viene usata per prevenire le infezioni delle piaghe e aiutare le ferite del cane a cicatrizzarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.