Home / Sport / Calcio / Serie A 18^ giornata: la Juve allunga ancora, il derby è pari

Serie A 18^ giornata: la Juve allunga ancora, il derby è pari

gol di vidal

L’elastico che caratterizza il campionato italiano riporta la Juventus a +3 dalla Roma e, se ci fosse ancora un minimo di speranza per il Napoli per tornare in corsa scudetto, la stronca sul nascere. La penultima giornata del girone d’andata della Serie A, la diciottesima, è favorevole ai ragazzi di Allegri che vincono sul difficilissimo campo del Napoli e approfittano così del pareggio tra Roma e Lazio che si annullano a vicenda. Torna alla vittoria l’Inter mentre è crisi Milan. Ma riviviamo la 18^ giornata di Serie A.

Sassuolo-Udinese 1-1: due squadre che ancora non hanno deciso cosa fare da grandi si annullano. Sblocca subito Zaza, Thearau pareggia nella ripresa. Una partita che entrambe le squadre potevano vincere si chiude con la posta divisa.

Torino-Milan 1-1: il Milan non vince più. Come nella scorsa partita, va in vantaggio dopo appena 3 minuti con Menez ma poi si “spegne”. Il Toro ha diverse occasioni di pareggiare e lo fa a pochi minuti dalla fine con il solito Glik.

Inter-Genoa 3-1: è Inter show. Podolski dal primo minuto crea ma non segna. Lo fa invece Palacio che approfitta di una respinta corta di Perin su tiro di Icardi; lo fa ancora Icardi su calcio d’angolo, e lo fa anche Vidic, nel finale, dopo che il Genoa aveva riaperto la partita con la rete di Izzo.

Atalanta-Chievo 1-1: partita che va a folate, sembra però destinata sullo 0-0. Accade tutto nel finale, vantaggio bergamasco, i padroni di casa restano in 10 ed il Chievo ne approfitta trovando la rete nell’assalto che ne consegue grazie ad una magistrale punizione di Lazarevic.

Cagliari-Cesena 2-1: prima vittoria dei sardi in casa contro un Cesena già con un piede in Serie B. Il Cagliari va a mille all’ora, la cura Zola funziona. Segnano due gol ma potrebbero farne di più, poi la benzina finisce e nell’assalto degli ultimi 20 minuti ci manca poco che gli ospiti non trovino il pareggio.

Fiorentina-Palermo 4-3: accade di tutto a Firenze. Il Palermo senza Dybala ci mette un po’ ad ingranare e così i viola segnano due reti e trovano una traversa e un palo. La gara sembra incanalata ma due distrazioni in 5 minuti riaprono la partita: Quaison, appena entrato, segna una doppietta. I viola non si perdono d’animo e segnano altre due reti, ma nel finale i rosanero mettono in rete il terzo gol che manda in apnea i tifosi fino al fischio finale.

Verona-Parma 3-1: il Parma fa la partita ma il Verona in contropiede è micidiale. Segna come sempre Toni, in rete anche per la prima volta in carriera Valoti, agli emiliani non resta che la punizione capolavoro di Lodi, ma la panchina corta non aiuta.

Roma-Lazio 2-2: partenza sprint della Lazio che segna due gol nel primo tempo e mette sotto i “cugini” grazie ad uno straripante Felipe Anderson. La Roma che entra in campo nella ripresa però è tutta un’altra squadra. Dopo appena tre minuti segna Totti che si ripete a metà ripresa con una spettacolare mezza rovesciata. Provano entrambe a vincerla ma alla fine si chiude sul 2-2.

Sampdoria-Empoli 1-0: buona Samp, Empoli un po’ sottotono senza Tavano, i blucerchiati segnano ma rischiano tante volte il gol del pareggio. Stavolta però gli va bene e basta la rete di Eder ad inizio ripresa.

Napoli-Juventus 1-3: la Juve si impone al San Paolo anche con il gioco, il Napoli è pericoloso solo in contropiede. Apre Pogba con una gran voleè di destro, ma come sempre quest’anno la Juve non chiude la gara e nell’ultima mezz’ora si fa riprendere dal Napoli con Britos. Sembra una delle solite partite dei bianconeri di quest’anno, e dopo aver rischiato di prendere un paio di gol, una punizione di Pirlo viene deviata in rete da Caceres. Il Napoli tenta il forcing finale ma in contropiede Vidal chiude la gara al 94′.

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.