Home / Attualità / Cronaca / Omicidio Loris: la madre accusata di omicidio

Omicidio Loris: la madre accusata di omicidio

sviluppi omicidio loris

Ha passato la notte in Questura la mamma di Andrea Loris Stival, il bambino di 8 anni scomparso e poi trovato morto a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, lo scorso 29 novembre. Ieri sera la donna, Veronica Panarello, è stata prelevata dalla sua abitazione e portata in Procura da un’auto dei carabinieri in borghese, dopodiché è rimasta per tutta la notte in stato di fermo, ed attualmente è ancora ospite delle camere di sicurezza dell’edificio dei carabinieri. Entro 48 ore si saprà se sarà ufficialmente in stato di arresto o se potrà tornare a casa.

Secondo le ultime ricostruzioni degli inquirenti pare che venga smentita l’ipotesi del doppio responsabile nella morte di Loris. Non ci sono due complici ma la madre avrebbe fatto tutto da sola. Ad accusarla sono le telecamere di un’azienda agricola poco distanti dal luogo nel quale è stato trovato il corpicino di Loris, le quali hanno ripreso la Polo nera della signora Panarello sfrecciare a tutta velocità in un orario compatibile con l’abbandono del cadavere. E poi ci sono altri indizi come le telecamere che riprendono il bambino che ritorna a casa a piedi mentre la madre ha sempre ribadito di averlo accompagnato a scuola, quei 40 minuti circa nei quali i due sono rimasti da soli, il fatto che Loris era un bambino timido che non sarebbe salito in auto con nessuno, se non con una persona di cui si fidava, o la presenza delle fascette di plastica, l’arma del delitto con la quale è stato ucciso il bimbo, non estranee alla donna.

Tanti piccoli tasselli che hanno portato gli inquirenti ad eseguire uno stato di fermo sulla signora Panarello già da ieri sera quando è poi stata interrogata per 8 ore. Oggi subirà un nuovo interrogatorio, intorno alle 10:30, e poi il Gip dovrà decidere se arrestarla, disporre una misura cautelare diversa, oppure liberare la donna. Le accuse sono gravi: omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Potrebbe interessarti anche:

libertà di stampa 2016

Libertà di stampa 2016: l’Italia perde altre quattro posizioni

La libertà di stampa in Italia sta diventando sempre più un optional, perse altre 4 posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.