Home / Attualità / Scienza e tecnologia / YotaPhone 2: il cellulare russo che sfida iPhone

YotaPhone 2: il cellulare russo che sfida iPhone

smartphone russo

È ancora una volta la sfida America contro Russia quella che si prospetta all’orizzonte. Per fortuna questa volta non ci sono bombe atomiche di mezzo, ma semplici telefonini. Se da un lato sta spopolando l’iPhone 6, nonostante costi quanto un intero stipendio di oggi, dall’altra arriva YotaPhone 2, lo smartphone russo che però, nonostante il rublo debole, costa più o meno quanto un iPhone. Per poterlo battere sul mercato però deve avere qualcosa di speciale. E infatti è così.

La novità dello YotaPhone 2 è il secondo schermo. Da un lato infatti lo YotaPhone 2 è un normale smartphone fatto di schermo touch screen Gorilla Glass 3 con la possibilità di navigare in rete, videogiocare, guardare video, scattare foto e così via; girandolo però non si ha la normale cover di plastica ma un altro schermo. Questa volta si tratta di uno screen Amoled E-ink, per intenderci lo stesso dei lettori e-reader come il Kindle.

Lo schermo sul retro è molto utile in quanto permette di leggere le notifiche e gli sms, guardare l’orario, leggere chi ci sta chiamando, ma anche consultare l’agenda, consultare le e-mail e così via. In sostanza il secondo schermo funziona un po’ come quelli dei primissimi cellulari, offre la possibilità di utilizzare le funzioni base senza dover accendere lo schermo in quanto resta sempre acceso perché consuma pochissima batteria. In più però, rispetto ai primissimi modelli di telefonino, ha la capacità di essere leggibile in tutte le condizioni di luce, proprio come un e-reader. Quando invece si vuole passare a qualche App o qualche funzione più avanzata, c’è lo schermo principale. Anche perché il secondo schermo non ha le stesse prestazioni del primo, ed è più lento.

Essendo sempre acceso, in molti storceranno il naso: chissà quanto durerà la batteria, viene da chiedersi. E invece, secondo i produttori, la batteria dello YotaPhone 2 dura il triplo di un normale smartphone della stessa categoria. Garantisce infatti 100 ore di lettura e 24 ore di navigazione internet. Il processore è un quad-core Qualcomm Snapdragon 800 2.2 Ghz con 2 giga di Ram, la memoria è media, a 32 GB, la fotocamera è a 8 Megapixel ed il sistema operativo di base è l’Android KitKat. Insomma, sembra un cellulare pronto a spaccare il mercato. Peccato solo per il prezzo: 749 euro. In questo modo gli uomini mercato di YotaPhone forse si sono fatti un piccolo autogol in quanto chi ha la possibilità di spendere quella cifra, con ogni probabilità acquisterebbe un iPhone 6, chi invece volesse acquistare uno smartphone di pari valore ma ad un prezzo inferiore potrebbe preferire un Samsung o un Lumia. Per questo motivo, almeno fuori dalla Russia, non sono previste enormi vendite per lo YotaPhone 2. Intanto però è uscito anche in Italia nei negozi e in vendita sul sito yotaphone.com.

Potrebbe interessarti anche:

smartphone

Smartphone distruttori: oggetti e business scomparsi dal mercato

Chi si ricorda più delle enciclopedie cartacee, di sveglie e navigatori satellitari?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.