Home / Sport / Calcio / Serie A, 12a giornata: il derby finisce pari

Serie A, 12a giornata: il derby finisce pari

risultati 12a giornata serie a

Era la partita più attesa della giornata, il derby di Milano che vedeva un’altra partita nella partita, quella tra l’esordiente Pippo Inzaghi (primo derby da allenatore) ed il ri-esordiente Roberto Mancini, alla prima panchina dell’Inter di quest’anno. I tifosi però alla fine usciranno da San Siro con l’amaro in bocca. Godono solo Juventus e Roma che continuano la corsa a due in un altro campionato. Ma andiamo ad analizzare la 12a giornata di Serie A.

Atalanta-Roma 1-2: brivido iniziale per la Roma che dopo nemmeno un minuto è già sotto con una rete di Moralez. La squadra di Garcia non si scompone e risponde da grande, piazzando la rimonta all’interno del primo tempo. Nella ripresa potrebbe accadere di tutto e i bergamaschi hanno più volte la palla del pareggio, ma alla fine i giallorossi strappano 3 pesantissimi punti dallo stadio di Bergamo.

Lazio-Juventus 0-3: la Lazio fallisce l’esame di maturità. La bella squadra di Pioli dura appena 25 minuti nei quali se la gioca alla pari con la Juve. I ritmi sono altissimi ed il maggior tasso tecnico dei bianconeri però viene fuori alla distanza. Combinazione Tevez-Pogba ed il francese fa 1-0. Nella ripresa la Lazio ci riprova ma un’altra combinazione mette sui piedi dell’Apache il gol del 0-2, e ancora il francese chiude la gara. Nemmeno l’espulsione di Padoin ad un quarto d’ora dalla fine cambia le cose in campo.

Torino-Sassuolo 0-1: è crisi nera per il Toro. Parte bene la squadra di Ventura ma un episodio favorevole in realtà taglia le gambe a Quagliarella e compagni. L’attaccante napoletano si guadagna un rigore che Sanchez Mino si fa parare, e questo episodio fa crollare il morale ai granata che sembrano accontentarsi del pareggio, ma a pochi minuti dal termine Floro Flores trova il gol della vittoria.

Cesena-Sampdoria 1-1: partita equilibrata nel primo tempo, dominata dalla Samp nella ripresa. Ma fa tutto il Cesena: un tiro e un gol nella porta di Romero, autorete di Nica che chiude la gara.

Napoli-Cagliari 3-3: spettacolo al San Paolo. Una dormita della difesa sarda regala a Higuain il gol dell’1-0. Inler segna il gol del 2-0 e sembra che la partita sia incanalata verso i tre punti, ma sul finire di tempo Ibarbo la riapre. Nella ripresa il Cagliari pareggia, De Guzman riporta davanti i suoi, e poi arriva anche il 3-3. Potrebbe vincere chiunque, ma alla fine il risultato non cambierà più.

Parma-Empoli 0-2: il Parma respira aria di B. Prima parte di gara tutta di marca empolese, con la squadra di Sarri che segna due gol e si piazza in difesa. La squadra di Donadoni si sveglia tardi ma l’assalto non porta a niente.

Udinese-Chievo 1-1: gol numero 200 di Di Natale rovinato dalla rete (una grande rete) di Radovanovic ad un quarto d’ora dalla fine. Bella partita, pareggio giusto.

Verona-Fiorentina 1-2: partita molto intensa al Bentegodi. La apre Rodriguez sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la pareggia Nico Lopez ma nel secondo tempo Cuadrado si sostituisce ad un evanescente Mario Gomez e, giocando quasi da centravanti, trova il gol vittoria. Una traversa per parte e tante occasioni avrebbero potuto far risultare il tabellino ancora più corposo.

Milan-Inter 1-1: entrambe le squadre vogliono vincere, ma alla fine si accontano di un pareggio. Nessuna delle due domina, ma la partita va a folate. Apre Menez su assist di El Shaarawy, chiude Obi nella ripresa con un sinistro da fuori area. In mezzo tanti errori difensivi e tanti gol sbagliati (Icardi e il Faraone si divorano gol già fatti). Alla fine il pareggio è giusto.

Potrebbe interessarti anche:

gironi mondiali 2018

Gironi Mondiali 2018: tutti i gruppi che si affronteranno in Russia

Tutto facile per Russia e Germania, insidiosi i gruppi di Inghilterra, Spagna e Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.