Home / Attualità / I Paesi dove si vive meglio da anziani: Helpage 2014

I Paesi dove si vive meglio da anziani: Helpage 2014

paesi migliori per anziani

L’Italia, si sa, non è un Paese per giovani. Ma da una recente ricerca effettuata dalla Ong Help Age International, pare che non sia nemmeno un Paese per vecchi. Nonostante la nostra nazione sia una di quelle che, anagraficamente, è tra le più vecchie del mondo, sembra proprio che la qualità della vita non sia proprio il massimo. L’organizzazione no profit ha deciso di comparare i dati riguardanti tantissime voci, dall’aspettativa di vita alla qualità, di 96 nazioni di tutto il mondo, ed ha poi stilato la classica graduatoria per capire chi si comporta meglio e chi no.

I parametri

La valutazione veniva effettuata sostanzialmente attraverso 4 parametri: aspettativa di vita oltre i 60 anni, la salute media della popolazione dopo i 60 anni, la copertura economica garantita dalla pensione e le politiche nazionali per la tutela della terza età. Ogni parametro poi veniva confrontato sia a livello nazionale che regionale perché comunque le influenze dei Paesi vicini potevano modificare i valori interni. Vediamo cosa ne è scaturito.

La classifica

Dallo studio HelpAge 2014 è così derivato che il Paese dove si vive meglio da anziani è la Norvegia. Tanto per cambiare, lo scettro della qualità della vita appartiene come sempre ai Paesi nordici perché sul podio troviamo, dietro i norvegesi, anche Svezia e Svizzera. A seguire troviamo altri Paesi ricchi come Canada, Germania e Olanda. A chiudere la top 10 si piazzano Islanda, Stati Uniti, Giappone e Nuova Zelanda. La Gran Bretagna rimane appena fuori, all’undicesimo posto, e gli altri nostri vicini non molto distanti: Francia sedicesima, Spagna 21 esima. E l’Italia?

Da noi come sempre le cose vanno molto male, almeno a confronto degli altri Paesi Occidentali. l’HelpAge Index 2014 infatti ci piazza al 39esimo posto, quasi a metà classifica, appena prima dell’Armenia ma dopo Paesi come Mauritius, Lituania e Georgia dove la qualità della vita, si sa, non è che sia proprio il massimo. Pochi i Paesi europei che fanno peggio di noi: Ungheria, Albania, Malta e molti ex Paesi dell’Unione Sovietica. Ovviamente male la Grecia, mentre agli ultimi tre posti si piazzano Gaza, Mozambico e Afghanistan. Secondo l’indice, l’Italia viene promossa in fatto di pensioni (l’81% della popolazione sopra i 65 anni riceve una pensione), e come aspettativa di vita. Si sa infatti che da noi i centenari non sono più un’eccezione e sono molti gli ultranovantenni. Buona anche l’aspettativa di salute sopra i 60 anni, probabilmente grazie ai servizi sanitari gratuiti per gli anziani, mentre l’Italia paga l’assenza di politiche nazionali volte alla tutela degli anziani ed il fatto che, anche se le pensioni coprono un po’ tutti, sono molto basse, tra le più basse, mediamente, del mondo Occidentale.

Fonte e foto: HelpAge.org

Potrebbe interessarti anche:

lavoro all'estero

Lavoro all’estero: in quali Paesi gli emigrati sono più felici?

I 65 Paesi più industrializzati al mondo non sono sempre posti "felici" in cui lavorare. Specialmente per quanto riguarda l'Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.