Home / Animali / Gatti / Gatti soli in casa: cose da sapere per evitare disastri

Gatti soli in casa: cose da sapere per evitare disastri

consigli per gatti domestici

Un gatto a disagio solo in una casa può essere paragonabile ad un uragano. Non tutti i gatti sono placidi e, a parte quelli che soffrono di ansia da separazione, anche quelli che normalmente sono tranquilli, senza il controllo di un umano potrebbero creare non pochi problemi. D’altra parte permettergli di uscire di casa può rivelarsi un pericolo, specialmente per il rischio che finisca sotto una macchina o perché si può allontanare, può lottare con altri gatti e per tanti altri pericoli che in casa non correrebbe. Ma se tenerlo in casa significa avere la casa distrutta, come possiamo pare? Bisogna capire come lasciare, in sicurezza, i gatti soli in casa.

Il metodo per farlo calmare è arricchire la casa di una varietà tale da renderlo a suo agio. Ai gatti piace dominare, quindi uno dei metodi più economici e di successo è di creare un percorso, magari con delle mensole, che gli permetta di guardare tutti dall’alto. Ai gatti piace tenere tutto il loro territorio sotto controllo e, se possono guardare la loro stanza preferita dall’alto, rimarranno appollaiati lì sopra per ore.

Ai gatti, ve ne sarete sicuramente accorti, piace arrampicarsi. Permettergli così di arrampicarsi su diverse superfici li calmerà. Uno dei posti preferiti dei gatti è la finestra, quindi bisogna permettergli di stare comodi o sul davanzale, oppure installargli un tiragraffi alto, con punto d’appoggio, nei pressi della finestra, in modo che possa guardare l’andirivieni esterno. Se avete altri animali in casa, come gli uccellini o i pesci, vanno messi in sicurezza. In particolare al gatto dev’essere impossibile raggiungere gli uccelli in gabbia, tenendoli ben alti, e “pescare” i pesci dell’acquario. Quindi coprite la vasca con un coperchio. In questo modo il gatto rimarrà per ore ad osservare i pesci che si muovono nell’acqua ma non li divorerà.

Altri metodi per tenere i gatti occupati per tanto tempo sono i giochi nei quali il premio è il cibo. Esistono dei giocattoli che costano pochi euro nei quali vanno messi i croccantini. Per riuscire a prenderli, il gatto passerà delle ore nel tentativo di capire come arrivarci, e questo gli porterà via energie e tempo che dedicherà in meno a distruggere la vostra casa; tra i giochi preferiti ci sono anche quelli in cui si sentono “predatori” come le piume o i topolini finti appesi ad un filo ed altri giochi simili. Infine, per stare sicuri che i gatti soli in casa non si facciano male, è importante tenere lontani tutti gli oggetti con cui si possono far male. Non parliamo solo di vasi di vetro o oggetti taglienti, ma anche di piante. Alcune piante per i gatti possono essere tossiche, quindi fate in modo che non le possano raggiungere.

Foto: Freeimages

Potrebbe interessarti anche:

svezzamento gattini 14 settimane di vita

Ecco perché i gattini vanno svezzati non prima delle 14 settimane di vita

A che età bisogna svezzare i gattini? Un nuovo studio riapre il dibattito nel mondo scientifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.