Home / Salute / Cancro al seno: il dolore è uno dei sintomi comuni?

Cancro al seno: il dolore è uno dei sintomi comuni?

cancro al seno dolore sintomi

Quando si avverte un dolore al seno il primo pensiero corre al cancro ed è facile essere colte dal dubbio e assalite dalla paura. Spesso, però, non c’è niente di cui preoccuparsi. Tra i sintomi più comuni del cancro al seno, elencati dagli oncologi dell’American Cancer Society, il dolore a uno dei seni, infatti, non compare. Gli esperti sottolineano che nella maggior parte dei casi il cancro al seno non provoca dolore, anche se ci sono delle eccezioni. Il dolore al seno  è causato più facilmente dal ciclo mestruale che provoca variazioni ormonali in grado di causare stati dolorosi. In questo caso il dolore si presenta una settimana circa prima dell’arrivo delle mestruazioni e scompare subito dopo.

Il dolore al seno, inoltre, può anche dipendere dalla mastite, specie quando è acuto e si presenta all’improvviso. La mastite è un’infezione che interessa i tessuti del seno, comune durante l’allattamento, accompagnata da rossore, brividi, febbbre e gonfiore. Quando il dolore al seno si fa persistente e insopportabile e non dipende dal ciclo mestruale, è bene comunque rivolgersi al medico per capire da cosa dipende e come attenuarlo, curando la causa scatenante.

Tra i sintomi più comuni del cancro al seno figurano invece:

  • La presenza di noduli o masse sospette nel seno. Effettuate l’autopalpazione regolarmente e consultate il vostro medico curante se notate formazioni sospette. Potrebbe trattarsi anche di cisti mammarie benigne. Le cisti di grosse dimensioni possono causare dolore.
  • Gonfiore o noduli nell’area intorno alla clavicola o sotto le ascelle potrebbero indicare che il tumore al seno si è diffuso ai linfonodi presenti in queste parti del corpo. Il gonfiore può verificarsi anche prima di avvertire la presenza di un nodulo al seno, quindi in presenza di questo sintomo è opportuno comunicarlo subito al medico per una diagnosi precoce del cancro.
  • Ispessimento della pelle a rossore.  Se la pelle del seno assume l’aspetto di una buccia d’arancia o diventa rosso, è bene prenotare subito un controllo. Spesso, questi sintomi sono causati dalla mastite, un’infezione del seno comune tra le donne che allattano. Il medico in questo caso può prescrivere degli antibiotici per curare l’infezione. Se i sintomi non migliorano dopo una settimana, però, è opportuno eseguire ulteriori controlli, per escludere la presenza di un cancro.
  • Calore e prurito al seno, sintomi riconducibili sia alla mastite che al cancro al seno infiammatorio.
  • Secrezioni dal capezzolo diverse dal latte, in special modo se presentano tracce di sangue. Negli altri casi potrebbero dipendere da lesioni, infiammazioni o da un tumore benigno.

Per chiarire ogni dubbio rivolgetevi al vostro medico o prenotate una visita senologica, senza trascurare i sintomi sospetti. Il dolore al seno è un sintomo comune a molte malattie e disturbi sia benigni che maligni, ecco perché non è il caso di allarmarsi e bisogna controllare anche la presenza di altri sintomi più specifici.

Fonte: Cancer.org
Foto: Flickr

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

tosse secca notturna

Tosse secca notturna: le cause e i rimedi migliori per calmare gli attacchi

La tosse secca notturna non ti fa dormire bene? In questo post scoprirai perché la tosse peggiora di sera e di notte e come alleviarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.