Home / Animali / Cani / Il naso umido dei cani è segno di benessere? Non sempre

Il naso umido dei cani è segno di benessere? Non sempre

salute del cane

È credenza comune che se il naso di un cane è umido, vuol dire che sta bene, ed al contrario, quando è secco vuol dire che il cane sia malato. Per decenni l’uomo ha creduto che fosse così, ma in realtà non è una reazione così automatica. Secondo quanto spiegato dal professore veterinario Steven Marks, docente di terapia intensiva e medicina interna presso la Facoltà di Medicina Veterinaria alla North Carolina State University al magazine Webmd

La convinzione comune che un cane sano ha un naso freddo e umido e un cane malato ha un naso caldo e secco è falsa.

In realtà la temperatura del naso dei cani varia di giorno in giorno, e a volte persino di ora in ora. La scienza ancora nutre qualche dubbio sul motivo per cui ciò accade, si pensa che dietro questa strategia evolutiva ci possano essere alcuni adattamenti ambientali ancestrali, ma non ci sono prove empiriche sufficienti a sostenere questa tesi. Ciò che conta è che se notate che il vostro cane ha un naso asciutto e caldo, non allarmatevi perché può essere perfettamente sano.

Così come può darsi che un cane malato presenti il famoso naso umido, come in caso del raffreddore. Il naso non è un indicatore di salute, tranne che nel caso di disidratazione. Solo se il cane non beve abbastanza infatti, il naso secco può indicare che c’è qualcosa che non va. Più che il grado di umidità del muso, un padrone attento può notare che il cane non sta bene facendo caso ad altri segnali molto più affidabili come mancanza di appetito, il cane non beve o ha dei comportamenti strani o fuori dal normale. In questi casi sì che ci si deve preoccupare e portare il cane dal veterinario per un controllo di routine.

Fonte: Pets Webmd
Foto: freeimages

Potrebbe interessarti anche:

dare le ossa ai cani

È sicuro dare le ossa ai cani? Un’analisi di benefici e rischi

Dare le ossa ai cani non sempre è una buona idea: ecco quali sono le più pericolose e come evitare rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.