Home / Attualità / Economia e Risparmio / Vale la pena investire in Bot?

Vale la pena investire in Bot?

investire in bot

I Bot, Buoni Ordinari del Tesoro, sono stati per anni il salvadanaio delle famiglie. Anziché tenere i soldi in banca (o peggio ancora sotto il materasso), migliaia di famiglie italiane che avevano qualche migliaio di euro da parte ha pensato bene di investirlo in queste forme di azioni “sicure”. La sicurezza deriva che non si sta investendo in una società di capitale che vede il valore delle proprie azioni salire e scendere in continuazione, ma nello Stato.

Il meccanismo dei Bot (ma anche degli altri titoli di Stato) è semplice: si prestano soldi allo Stato e questo, dopo un certo numero di mesi o anni, restituisce quanto prestato, con gli interessi. Un modo facile e sicuro per vedere incrementare i propri risparmi senza muovere un dito. Ma sarà ancora così? Visti gli ultimi dati, sembra proprio di no.

Come sappiamo, lo spread italiano è molto basso, e i tassi di rendimento sono arrivati ai minimi storici. La notizia è buona per le casse statali che non sono più costrette a pagare tassi elevatissimi come ai tempi dei governi Berlusconi e Monti, ma non lo è per il risparmiatore che va ad impiegare i propri soldi. Oggi la tassazione è elevata, e le commissioni continuano a salire. Poi c’è il bollo, e con gli interessi così bassi, si finisce per guadagnare meno di quanto si investe.

L’esempio concreto lo ha fatto questa mattina il Sole24Ore, prendendo in esame l’ultima asta dei Bot a 12 mesi di giugno. Un risparmiatore che ha investito 10 mila euro, tra un anno guadagnerà su quella cifra appena 13,9 euro. Anche se il rendimento lordo è allo 0,492% infatti, bisogna sottrarre il 12,5% di tasse e le commissioni (30 centesimi), che portano la percentuale di guadagno ad appena lo 0,139%. Ma non finisce qui. Da questi 13,9 euro, una miseria rispetto ai 10 mila investiti, bisogna sottrarre ancora il nuovo prelievo sul conto titoli dello 0,2% che si traduce in 20 euro. Totale: il piccolo risparmiatore ci va a rimettere 6 euro e 10 centesimi. Un paradosso se pensiamo che questa dovrebbe essere una forma di investimento.

Fonte: Sole24Ore
Foto: freeimages

Potrebbe interessarti anche:

conguaglio bollette

Conguaglio bollette: è possibile non pagarlo, guida alla contestazione

Nonostante sia illegale, alcuni gestori continuano a mandare conguagli di oltre 2 anni: ecco come fare ricorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.