Home / Animali / Cani / Di cosa ha bisogno un cane? La guida del buon padrone

Di cosa ha bisogno un cane? La guida del buon padrone

necessità cane

State pensando di acquistare o adottare un cane? Oppure lo avete già, ma vi sentite inadeguati? Non sapete di cosa ha bisogno un cane e quindi la sola idea di portarlo in casa vi spaventa? Niente paura, in questa guida, basata sulla raccolta di indagini, studi e sondaggi effettuati da veterinari e ricercatori, abbiamo potuto riassumere le necessità del cane, tutto ciò di cui ha bisogno per vivere felice, e di conseguenza tutto ciò che c’è da sapere prima di adottare un cane, ma anche dopo averlo adottato.

Il primo aspetto da considerare è lo spazio. Dove metterò il cane? Se avete un appartamento senza giardino, escludete i cani di grossa taglia. Soffriranno molto se non si potranno muovere adeguatamente, e più è piccolo l’appartamento e più piccolo dev’essere il cane.

Dilemma numero 2: cosa mi serve per non far mancare niente al cane? È bene rendersi conto che il cane non è un bambino, quindi i costi sono abbastanza ridotti. Dopo una spesa iniziale il costo di “mantenimento” è piuttosto basso. Però ci sono cose che non possono mai mancare con un cane in casa, ovvero:

  • cibo
  • ciotola sempre con l’acqua
  • collare e guinzaglio, è importante che sul collare ci sia la targhetta con il nome e almeno un numero di telefono del proprietario nel caso si smarrisca
  • un posto dove farlo dormire, non necessariamente una cuccia grande, può bastare anche una coperta
  • spazzolino da denti o materiale per pulirgli i denti
  • almeno un giocattolo per i denti

Se avete anche un giardino è importante che ci sia la possibilità per il cane di passare da dentro a fuori ogni volta che vuole, quindi è consigliabile installare una porta basculante. Per quanto riguarda il trasportino o una cesta adibita a letto, i cani odiano essere relegati in uno spazio chiuso. Per questo utilizzatelo solo per farlo dormire e per il trasporto, non obbligatelo a starci dentro per tante ore al giorno.

Capitolo sicurezza: per evitare che il cane si faccia male, bisogna evitare che possa venire in contatto con sostanze tossiche o appuntite, quindi fate sparire tutto ciò che c’è per terra o in qualche scaffale basso che gli possa far male (piante, liquido antigelo, medicinali, ecc.). Inoltre tenere chiuse le finestre alle quali può accedere agevolmente per evitare che possa cadere. Se avete un balcone è consigliabile installare delle protezioni, anche se è difficile che il cane decida di lanciarsi nel vuoto. Anche l’immondizia dev’essere protetta in un cestino, altrimenti vi ritrovereste tutta la pattumiera sparsa per casa. Stare anche molto attenti quando ci sono bambini piccoli in casa. Non tanto per l’aggressività che si manifesta molto raramente, ma perché i cani possono prendere in bocca (ed anche ingoiare) i giocattoli dei bambini. Così come i piccoli possono giocare con le feci dei cani.

Il cibo è uno degli aspetti più importanti, forse il più importante, nella vita di un cane. Ma del tipo di cibo ce ne siamo già occupati in altri articoli. È fondamentale che il cane non mangi cibo per gli umani perché molti alimenti potrebbero essergli fatali.

La passeggiata è fondamentale, sia per cementare il rapporto cane-padrone che per una questione igienica. Anche se avete un giardino, è importante che il cane faccia la sua passeggiata quotidiana al di fuori di quell’area in quanto non è né igienico né legale che faccia i suoi bisognini nel giardino di casa. Non c’è una regola per portarlo fuori, anche se bisogna essere consapevoli che 3-4 volte al giorno bisognerà farlo uscire. Quando il cane è cucciolo, bisogna già mettere in conto che lascerà ricordini in casa. Nessun problema comunque perché questa fase passa in fretta. Se sarete regolari con gli orari delle passeggiate lui si abituerà. I segnali da individuare per capire che sta per espellere qualcosa sono che comincia ad annusare per terra e comincerà a girare senza sosta finché non troverà il punto adatto per farla. Se notate che comincia a comportarsi così portatelo subito fuori!

È molto importante anche addestrare il cane, specialmente se di grossa taglia, per evitare che crei problemi con i vicini, con gli altri cani o con gli estranei. E a volte anche con i componenti della famiglia stessa. È bene continuare l’addestramento anche a casa, aiutandovi con i premi quando esegue un comando. Un modo per addestrare il cane è anche giocarci insieme. Specialmente quando è piccolo, ma praticamente in ogni fase della sua vita, dev’esserci sempre il tempo per giocare con il padrone. Ne risentirà positivamente non solo il rapporto, ma anche la salute sia del cane che del padrone.

Tra le altre cose da tenere a mente ci sono il prendersi cura anche dell’aspetto estetico, spazzolare il cane migliora la qualità del pelo, evita l’insorgere di alcune malattie, ed evita anche che il cane perda troppo pelo per casa. Accorciare, quando possibile, le unghie e, di tanto in tanto, portarlo dal toelettatore. Basta anche 1-2 volte l’anno.

Infine è fondamentale il veterinario. Scegliere un veterinario sin dal primo giorno in cui il cane arriva in casa e non dimenticarsi mai di effettuare vaccini e visite di routine. Per tenerlo lontano da zecche o altri parassiti è possibile acquistare un collare antipulci e/o degli spray antiparassitari. Per ogni dubbio, rivolgersi ad un veterinario.

Fonte: Pets webmd
Foto: freeimages

Potrebbe interessarti anche:

dare le ossa ai cani

È sicuro dare le ossa ai cani? Un’analisi di benefici e rischi

Dare le ossa ai cani non sempre è una buona idea: ecco quali sono le più pericolose e come evitare rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.