Home / Rubriche / I love Pavia / Elezioni a Pavia: Depaoli vince il ballottaggio

Elezioni a Pavia: Depaoli vince il ballottaggio

ballottaggio pavia

Ribaltone a Pavia. Le elezioni comunali di due settimane fa davano in vantaggio di oltre 10 punti percentuali il sindaco uscente Cattaneo. I voti di ieri invece hanno ribaltato la situazione: Massimo Depaoli, rappresentante della coalizione del centrosinistra, ha ribaltato la situazione vincendo al ballottaggio con il 53,13% dei voti contro il 46,87% di Cattaneo.

Il risultato, forse inaspettato, è frutto di una serie di motivazioni. Si può partire da un dato oggettivo. Al primo turno la coalizione di centrodestra (Forza Italia, Pavia con Cattaneo, Lega Nord, NCD-UDC, Fratelli d’Italia e Pavia Sicura) aveva ottenuto il 47,18% dei voti. Il che significa che, rispetto a due settimane fa, gli elettori di destra sono andati a votare in una percentuale inferiore. In termini assuoluti, secondo i dati del Viminale, sono circa 3000 i voti in meno che Cattaneo ha accumulato.

Al contrario invece i voti per Depaoli sono cresciuti, e di parecchio. Circa 3.300 voti in più rispetto al primo turno. Cosa significano questi numeri è presto detto: a grandi linee chi ha votato a destra al primo turno ha continuato a votare per Cattaneo anche in questo secondo passaggio, ma molti hanno preferito andare al mare; Depaoli ha invece ottenuto i voti dei suoi elettori più molti di quelli che al primo turno avevano votato per il Movimento 5 Stelle o per le altre liste civiche.

Secondo l’analisi di Repubblica ad incidere è stato anche il numero inferiore dei votanti in quel di Pavia, da circa il 70% di due settimane fa al 55% di ieri. Evidentemente quel 15% di elettori che hanno preferito andare al mare vista la calura, devono essere tutti di destra. Può anche aver pesato molto la politica nazionale visto che il PD ha vinto praticamente in tutta la Lombardia (anche Bergamo e Cremona sono passati a sinistra) e nei Comuni principali del Piemonte.

L’analisi degli sconfitti invece è ben diversa. C’è chi dà la colpa agli elettori della Lega che non sono andati a votare in queste elezioni a Pavia, chi invece inveisce contro una campagna elettorale basata sullo scontro da Depaoli che ha messo tutti i partiti (anche quelli non nella sua coalizione) contro il sindaco uscente. Un tutti contro uno che per, per dirla con le parole proprio di Cattaneo, evidentemente paga.

Qualsiasi sia il motivo della vittoria di Depaoli una cosa è certa: da oggi la nuova giunta di centrosinistra dovrà mettere da parte i toni della campagna elettorale e lavorare per il bene di tutta la città.

Foto: Depaoli su Facebook

Potrebbe interessarti anche:

solitude nebbia ponte

Solitude: Ilaria Cerutti fotografa i silenzi dell’anima

La mostra Solitude della fotografa Ilaria Cerutti ci conduce nei meandri della solitudine, laddove l'io privato di ogni confronto può smarrirsi o ridefinirsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.