Home / Animali / Gatti / Sverminazione del gatto, perché farla e quando

Sverminazione del gatto, perché farla e quando

cibo gatto

Se scoprite che il vostro gatto ha i vermi nello stomaco, niente paura, è una condizione piuttosto comune. Anche se può sembrare qualcosa di spaventoso (pensare ad un umano con i vermi fa venire i brividi), per un gatto non è per nulla una cosa rara, specialmente se è ancora molto piccolo. Per fortuna oggi esistono dei medicinali che in pochi giorni possono risolvere il problema. È la famosa sverminazione del gatto.

Notare i vermi nel gatto non è semplice, specialmente per i padroni meno esperti. Una mano “allenata”, come quella di un veterinario, può sentirli al tatto semplicemente toccando la pancia del micio, ma si possono notare osservando le feci. Per questo il veterinario chiede di portare un campione di feci da far analizzare in laboratorio per assegnare il medicinale giusto. Esistono infatti farmaci per la sverminazione del gatto, ma non farmaci universali. A seconda del tipo di verme esiste un farmaco apposito. Per questo è importante non dare un farmaco qualsiasi senza aver prima consultato il medico. Il medicinale sbagliato può anche rivelarsi letale. I vermi possono trasmettersi al momento del parto da madre a figlio, oppure condividendo la lettiera con altri gatti.

La sverminazione del gatto è importante in quanto, se è piccolo, potrebbe avere limitazioni nella crescita. Inoltre i vermi comportano spesso diarrea, vomito e portare anche a reazioni tossiche. Potenzialmente i vermi dei gatti, se vengono in contatto con i padroni, sono più pericolosi dei normali parassiti che infestano i felini. Per questo motivo è consigliabile sverminare il micio appena è possibile.

I vermi più comuni nei gatti piccoli sono gli ascaridi, anche se ce ne sono di diversi tipi. Prima di iniziare la sverminazione, bisogna assicurarsi che il gatto non sia in condizioni di stress come per esempio esposizione al freddo, isolamento, vive in un posto troppo piccolo o ha subito un cambiamento improvviso della dieta. In caso di ascaridi, il micio dovrebbe essere sverminato già dopo 2-3 settimane di vita, e poi di nuovo a 5-6 settimane. Dopodiché vanno effettuati controlli di routine per assicurarsi che tutte le uova siano state espulse.

Nei gatti adulti è più raro che ci siano problemi di vermi, quindi non dategli farmaci per la sverminazione se per caso compaiono i sintomi classici (diarrea e vomito) perché potrebbero essere causati da altre condizioni mediche. Solo un esame delle feci può accertare la necessità di sverminazione. Se il gatto vive in casa è molto difficile che contragga i vermi, mentre è probabile se è libero di cacciare in campagna. I medicinali sono semplici da somministrare e consistono in gocce da versare nel cibo. I gatti non si accorgeranno nemmeno della loro presenza.

Fonte: Pets Webmd
Foto: Photl

Potrebbe interessarti anche:

febbre alta nel gatto

Febbre alta nel gatto: come si misura, le cause e come abbassarla

Qual è la temperatura normale di un gatto, come misurargli la febbre, come abbassarla e da quali cause può dipendere se è alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.