Home / Salute / Medicina / Sangue nelle urine, cause e rimedi

Sangue nelle urine, cause e rimedi

cause e rimedi ematuria

Può capitare a tutti prima o poi di notare del sangue nelle urine. Quando ciò accade scatta inevitabilmente un senso d’ansia perché è un chiaro segnale che c’è qualcosa che non va. Ma quali sono le cause del sangue nelle urine? E ci sono dei rimedi? Tanto per cominciare, possiamo tranquillizzarvi. L’ematuria (termine medico per definire il sangue nelle urine) non significa necessariamente che siano in corso malattie gravi. La condizione può comparire in seguito ad uno sforzo fisico eccessivo o nel caso in cui si stiano prendendo dei medicinali. A volte addirittura il sangue può sembrare rosso o rosa, come se ci sia sangue, ma in realtà è semplicemente “colorato” da qualche alimento che abbiamo mangiato di recente.

È però possibile che il sangue nelle urine possa essere un sintomo di una malattia. Esistono due tipi di sangue nelle urine: quello che si può vedere (ematuria macroscopica) e quello che non si può vedere (ematuria microscopica), rilevato in seguito ad un controllo delle urine fatto per un altro motivo. Se la causa è legata ad uno sforzo fisico eccessivo, può continuare ad uscire sangue dal tratto urinario per 1-2 giorni, ma passa da solo senza intervento. In altri casi bisogna scoprire la causa per determinare la terapia più adatta.

Prima di allarmarsi dunque bisogna considerare i seguenti aspetti:

  1. Avete mangiato qualche alimento che può colorare le urine come barbabietole, frutti di bosco o rabarbaro?
  2. State prendendo dei medicinali con regolarità, come antibiotici, lassativi o aspirina?
  3. Per le donne: siete nel periodo del ciclo mestruale?
  4. Avete fatto qualche sforzo fisico eccessivo?
  5. Avete qualche tipo di ferita nell’apparato urinario?

Se la risposta è no a tutte queste domande, è bene visitare un medico.

Cause del sangue nelle urine

Le cause mediche più comuni dietro al sangue nelle urine, sia esso visibile che invisibile a occhio nudo, sono:

  • infezioni delle vie urinarie (accompagnate da bisogno continuo di urinare e dolore e bruciore durante la minzione), molto comune negli anziani;
  • infezioni renali (accompagnate da infezioni alla vescica, febbre e dolore al fianco);
  • calcoli alla vescica o ai reni (di solito indolori a lungo, diventano improvvisamente molto dolorosi);
  • ingrossamento della prostata (tipica degli uomini di mezza età, ingrossandosi la prostata preme sull’uretra e blocca parzialmente il flusso di urina. Per questo i sintomi associati sono difficoltà ad urinare, urgenza improvvisa di urinare e infezioni);
  • malattie renali (si presenta con la glomerulonefrite che a sua volta può indicare il diabete);
  • cancro (l’emorragia è molto forte e compare quando il tumore è in stato avanzato ma ancora curabile);
  • malattie ereditarie;
  • cistite (accompagnata da bruciore);
  • infiammazione dell’uretra (causata da malattie sessualmente trasmissibili);
  • danno renale.

Per quanto riguarda lo sforzo fisico eccessivo, non è ancora chiaro il motivo per cui questo possa comportare la perdita di sangue nelle urine. Tra le ipotesi più accreditate ci sono la disidratazione ed eventuali traumi alla vescica. Altri motivi per farsi visitare da un medico riguardano i fattori di rischio, in particolare l’età (per gli uomini sopra i 50 anni è sempre consigliabile un controllo periodico alla prostata), precedenti infezioni o malattie del tratto urinario e casi in famiglia di calcoli.

I rimedi per il sangue nelle urine cambiano a seconda della causa. Se l’ematuria compare in seguito a sforzo fisico, restare a riposo e attendere un paio di giorni; se si stanno assumendo dei medicinali, consultare il medico per discutere se sia il caso o meno di cambiarli, se invece la causa è una delle malattie sopra descritte, ci possono essere diversi tipi di rimedi. Si va dall’assegnazione di farmaci specifici all’operazione chirurgica, fino a terapie più approfondite e mirate.

Se siete un soggetto a rischio, specialmente se maschio e sopra i 40 anni, è possibile prendere alcuni provvedimenti per prevenire il sangue nelle urine, e in particolare le malattie che lo causano. Tra i metodi di prevenzione più indicati ci sono bere molta acqua, asciugarsi bene dopo la minzione, evitare alcuni prodotti per l’igiene femminile che possono essere irritanti per il tratto urinario maschile, limitare il sale nei cibi, smettere di fumare, rimanere attivi e mantenere un peso sano.

Fonti: Mayoclinic; Nhs
Foto: freeimages

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

pelle arrossata per il sudore prurito

Pelle arrossata per il sudore e prurito: i rimedi più efficaci

Hai la pelle arrossata per il sudore? Il prurito dopo aver sudato non ti dà pace? Ecco i rimedi naturali più efficaci consigliati dai dermatologi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.