Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Biciclette elettriche, guida all’acquisto: tutto ciò che c’è da sapere

Biciclette elettriche, guida all’acquisto: tutto ciò che c’è da sapere

guida biciclette elettriche

Da qualche anno anche in Italia si stanno diffondendo le biciclette elettriche. Tecnicamente vengono chiamate biciclette a pedalata assistita, e di fatto non sono altro che normali biciclette che però sono coadiuvate da un motore elettrico che permette al mezzo di avere una certa spinta propulsiva senza ulteriori sforzi. Le biciclette elettriche sono dunque molto utili quando si affrontano le salite oppure c’è necessità di spostarsi per lunghi tratti e non siete sicuri di potercela fare con le vostre sole gambe. Le bici elettriche possono anche tornare utili alle persone più anziane che si vogliono spostare in città su due ruote, ma le loro articolazioni ormai non ce la fanno più a spingere a lungo.

Le biciclette elettriche sono un prodotto nuovo per il pubblico italiano e così non sono in molti a conoscerle approfonditamente. Quando comincia a maturare l’idea di acquistarne una, vengono subito in mente decine di domande in quanto non è di certo una bici normale. In questa guida cercheremo di rispondere a tutti i dubbi più comuni. Ecco tutto ciò che c’è da sapere prima di acquistare una bicicletta elettrica.

Quanto costa una bicicletta elettrica?

Il costo di una bicicletta elettrica può variare da un minimo di 500 euro (spesso le offerte partono da 499 euro) fino ad un massimo di 1500-2000 euro circa. La variazione dipende sostanzialmente dal motore e dalla batteria, ma diciamo che un modello che abbia un buon rapporto qualità-prezzo si aggira intorno ai 700-800 euro. La cifra è elevata, parliamo di prezzi di 8-10 volte quelli di una normale city-bike. Ma dopotutto, a pensarci bene, il costo non è poi così eccessivo. Dipende dall’uso che se ne fa. In molti casi una bici elettrica può sostituire un’automobile, e quasi in ogni caso anche uno scooter da città. Per questo il risparmio comincia a diventare evidente.

Cosa prevede la legge a proposito delle biciclette elettriche?

A differenza delle normali biciclette, quasi per nulla contemplate dalla legge e dal codice della strada, in questo caso ci sono delle disposizioni ben precise. Per la legge una bicicletta elettrica è uguale ad una bicicletta normale (quindi non necessita di alcuna registrazione) solo se non supera i 25 km/h, non dispone di un acceleratore (per esempio come un motociclo), ed il motore non supera i 250 watt di potenza. Se si viola anche una sola di queste regole, il mezzo non è più considerato bicicletta a pedalata assistita, ma come un normale motorino. Di conseguenza scatta l’obbligo di registrazione del mezzo e dunque apposizione della targa, pagamento del bollo e dell’assicurazione.

Come funziona la bicicletta elettrica?

Come è stato possibile vedere nel precedente paragrafo, la bicicletta elettrica non può avere l’acceleratore. E allora come funziona? Semplice: pedalando. Non a caso si chiama “bicicletta a pedalata assistita”. In questo caso si pedala come su una normale bicicletta, ma il motore “assiste” la pedalata, concedendo all’intero sistema di acquisire una potenza di spinta maggiore di quella che si avrebbe con il semplice movimento del piede. In questo caso una persona che quando pedala normalmente va a 10 km/h, con la pedalata assistita può andare anche a 20 km/h o più senza fare fatica ulteriore.

Che autonomia ha la batteria?

La durata della batteria varia a seconda del modello, ed è una delle discriminanti del prezzo. Quindi se non fate tanti chilometri potreste risparmiare qualcosina al momento dell’acquisto. La capacità può cambiare anche a seconda dell’uso che se ne fa, al tracciato (in salita se ne consuma di più che in piano), e al peso del ciclista. Ad ogni modo mediamente la batteria ha un’autonomia tra i 40 e i 50 chilometri, con un picco intorno ai 100 km ed un minimo di almeno una ventina circa. Altro aspetto da valutare per quanto riguarda la batteria è la tipologia. Quelle al piombo costano di meno ma hanno minore autonomia (anche perché pesano di più) e ci mettono di più a caricarsi rispetto a quelle più nuove al litio. Infine ci sono anche le batterie NiMh che sono di ultimissima generazione. Sono ancora più piccole, leggere e longeve di quelle al litio, ma costano davvero tanto. Una volta esaurita la batteria comunque non è che la bici non cammina più, semplicemente ritorna ad essere una normale bicicletta.

Quanto tempo la batteria deve restare in carica?

Di solito per ricaricare una batteria da zero al 100% ci vogliono circa 5-6 ore. Ma come per tutte le batterie vale la stessa regola dei cellulari: la prima ricarica deve durare di più, a volte anche fino a 12 ore. Trattandosi di una parte centrale della bicicletta elettrica comunque, di solito questo aspetto è specificato dal rivenditore nelle caratteristiche tecniche. Se non possedete un garage è consigliabile valutare se la bicicletta che state per acquistare ha una batteria estraibile che si può caricare anche se staccata dalla bici. È fondamentale per quelle persone che non hanno prese della corrente disponibili vicine a dove parcheggiano la bicicletta.

Quali modelli esistono di bicicletta elettrica?

Essenzialmente le biciclette elettriche si dividono in due tipologie: city-bike e trekking (simili alle mountain-bike). Le city-bike, proprio come le loro omologhe senza motore, hanno una linea più elegante, sono un po’ più pesanti e sono dotate di diversi accessori come luci, cestino, portapacchi, ecc.; le trekking bike invece sono pensate per chi compie dei tragitti più accidentati, e così hanno ammortizzatori, sistemi di assorbimento delle vibrazioni e più marce. Le bici elettriche da città di solito hanno 3 marce, le altre 6.

Foto: Chiemgau Bayerns Lächeln su Flickr

Potrebbe interessarti anche:

etichette elettrodomestici furbe

Etichette elettrodomestici: 1 su 2 è errata

Le etichette elettrodomestici vendute in Italia sono spesso scorrette: Legambiente ha analizzato oltre quattromila prodotti, ecco cosa ha scoperto.

un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.