Home / Attualità / Economia e Risparmio / Benzina a basso costo, arriva l’App Osservaprezzi carburanti

Benzina a basso costo, arriva l’App Osservaprezzi carburanti

distributore di benzina

Se la benzina non scende da sola, proviamo a darle una mano. L’osservatorio prezzi e tariffe del Ministero dello Sviluppo Economico ha appena realizzato un’applicazione per smartphone utile davvero per tutti. O almeno per coloro che possiedono un’automobile. L’applicazione si chiama Osservaprezzi carburanti e, di fatto, aiuta l’utente a trovare il distributore di benzina più economico vicino a dove si trova.

Il sistema è basato su una legge del 2009 che obbliga tutti gli esercenti a comunicare al Ministero il prezzo che quel giorno intendono stabilire per la benzina, il diesel, il metano ed il gpl. Questi dati vengono immagazzinati nel database del Ministero e, da ora, anche in quello dell’App. L’utente può scaricare gratuitamente l’applicazione e, una volta che vi ha avuto accesso, inserisce il tipo di carburante che desidera. Il GPS rileverà la sua posizione e così, in pochi secondi, otterrà una schermata con una mappa. Su questa mappa saranno segnalate in verde le pompe di benzina con i prezzi più bassi, e in rosso quelle con i prezzi più alti all’interno di un range di chilometri inserito dall’utente stesso. In alternativa si può decidere di visualizzare una sorta di classifica dei distributori in ordine di prezzo.

I dati sono certi e affidabili in quanto sono inviati dai gestori stessi che sono tenuti a farlo per legge. Se non lo fanno incorrono in multe salate. Eventualmente è anche possibile confrontare questi risultati con quelli presenti sul sito carburanti.mise.gov.it dove sono appunto elencati i prezzi di tutti i distributori sul territorio nazionale. Se il cittadino dovesse notare che i prezzi effettivi sono diversi da quelli dichiarati, può denunciare il distributore presso la centrale di polizia locale che comminerà una multa al gestore che va da un minimo di 516 ad un massimo di 3.098 euro. Chissà che in questo modo, aumentando la concorrenza e non potendo più contare sulla “pigrizia” degli automobilisti, i prezzi non scendano un po’.

L’applicazione Osservaprezzi carburanti, ovviamente gratuita, è già disponibile attraverso GooglePlay e iTunes.

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico
Foto: freeimages

Potrebbe interessarti anche:

conguaglio bollette

Conguaglio bollette: è possibile non pagarlo, guida alla contestazione

Nonostante sia illegale, alcuni gestori continuano a mandare conguagli di oltre 2 anni: ecco come fare ricorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.