Home / Ambiente / Energie rinnovabili / Solare termodinamico, il sole che scalda anche di notte

Solare termodinamico, il sole che scalda anche di notte

impianto termodinamico domestico

L’annoso problema dell’energia solare, ovvero l’impossibilità di funzionare di notte, un giorno verrà risolto da una tecnologia che esiste già: il solare termodinamico. Questa tecnologia, di cui l’Italia è uno dei precursori, unisce il funzionamento di una pompa di calore ad un collettore solare termico. In pratica non è altro che un pannello solare simile a quello tradizionale, come quelli che forniscono acqua calda, ma modificato per concentrare la luce solare grazie a degli specchi, unito ad un compressore e ad un serbatoio di accumulo dell’acqua stessa che viene riscaldata; oppure può produrre elettricità negli impianti più grandi. Questo semplice sistema è in grado di fornire acqua calda per giorni anche in periodi in cui il sole è coperto dalle nuvole, oppure di notte.

Secondo il distributore VP Solar infatti, con 400 W di energia un impianto solare termodinamico è in grado di trasmettere all’acqua una potenza di 2000-2400 W. L’impianto è di facile installazione, tanto che quelli più piccoli, oltre ad essere impiantati sul tetto, possono essere installati anche in giardino, sul balcone o persino sul muro. L’impianto prevede che il collettore solare, grazie agli specchi, riceva una forte irradiazione solare, la trasmetta ad un fluido termovettore (simile a quello delle pompe di calore) che viene poi spedito al serbatoio dal quale si dipana negli impianti domestici come ad esempio riscaldamento dei termosifoni o della semplice acqua sanitaria.

Come dicevamo prima, esistono degli impianti di dimensioni ridotte che possono essere installati negli appartamenti, ma nella maggior parte dei casi un impianto solare termodinamico ha grandi dimensioni (5-6 metri d’altezza) ed è destinato ad usi che hanno bisogno di tanta potenza. Tralasciando momentaneamente quelli più grandi, occupiamoci di un impianto che può essere installato in casa. Abbiamo visto che dopotutto non occupa tanto spazio (circa 2 metri quadrati) né ha bisogno di eccezionali condizioni (a parte l’esposizione al sole). Ma quanto può costare un impianto solare termodinamico domestico?

Prezzi solare termodinamico domestico

Il prezzo del solare termodinamico domestico lo fa prima di tutto la tecnologia utilizzata, poi la quantità di radiazione disponibile nella casa e la dimensione dell’impianto. Può contribuire ad abbassare il prezzo qualche sistema di incentivazione previsto nel momento della stipula del contratto. Attualmente si possono detrarre dall’Irpef il 55% delle spese, ma si possono ottenere anche sconti sull’Imu, se previsti dal vostro Comune, o incentivi regionali, ma questa voce cambia in continuazione e quindi è impossibile dare un’indicazione precisa di quanto si può effettivamente risparmiare con gli incentivi. Ad ogni modo un impianto della potenza di 3 Kwp, che è all’incirca il fabbisogno di una famiglia media, costa da un minimo di 2.500 ad un massimo di 9-10 mila euro per i materiali, più circa 1500-2000 euro per l’installazione. A questi prezzi va poi aggiunta l’Iva.

Anche se il costo può sembrare un po’ elevato, è più o meno in media con il resto degli altri impianti rinnovabili, forse è leggermente superiore, ma va detto che un impianto solare termodinamico domestico è in grado di garantire la completa autonomia agli abitanti della casa, permettendo di risparmiare sulla bolletta e guadagnarci anche su, rivendendo l’energia in rete. A seconda dell’esposizione, della tecnologia e dei consumi, il costo di un impianto si recupera in 5-10 anni, mentre la durata media della vita di un impianto termodinamico è di 25 anni.

Fonti: Gse; Lavorincasa; Qualenergia; VPsolar; Lightenery; fotovoltaicosulweb
Foto: Dept of Energy Solar Decathlon su Flickr

Potrebbe interessarti anche:

solare 2017 sorpasso fossili

Solare: nel 2017 la nuova capacità installata ha superato i fossili

Il 2017 è stato un anno d'oro per l'energia solare, che ha registrato investimenti per 160,8 miliardi di dollari, per un totale di 98 GW di nuova capacità installata.

2 commenti

  1. Ma dite che produce in qualsiasi condizione però dite anche che deve essere esposto al sole????? C’è qualcosa che non mi torna!!!!

  2. ho avuto occasione di sentire proposte per questi tipi di impianti domestici, che garantivano” acqua fino a 65°”, ma quanta e a quali condizioni? di installarli a Timbuctù? questo è il busillis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.