Home / Attualità / Economia e Risparmio / Debito pubblico, in Europa solo la Grecia fa peggio di noi

Debito pubblico, in Europa solo la Grecia fa peggio di noi

debito pubblico

Il problema principale dell’Italia, si sa, è il debito pubblico. Da anni generazioni di politici continuano a ribadire che l’Italia non può crescere a causa degli interessi sul debito mastodontici e che non permettono né di investire né di abbassare le tasse. Eppure, nonostante questa consapevolezza, non si fa nulla per ridurlo. Anzi, dopo tante belle parole, il debito aumenta. Secondo gli ultimi dati di Eurostat infatti, nel 2012 il debito pubblico italiano era del 127% rispetto al Pil (cioè il nostro debito superava di oltre un quarto la produzione di ricchezza). Lo scorso anno è salito ancora, e non di poco: 132,6%.

In Europa solo la Grecia fa peggio di noi, ma se andassimo a vedere i numeri assoluti, batteremmo gli ellenici anche in questo. Nel 2013 infatti i greci hanno fatto registrare un debito pubblico del 175,1%, seguita come detto dall’Italia a 132,6%. Se però consideriamo che il Pil della Grecia è circa 9 volte inferiore a quello dell’Italia, si intuisce che il nostro debito pubblico è davvero spaventoso. Non che gli altri Paesi facciano meglio, ma almeno ci provano.

Al terzo posto in questa classifica del debito pubblico europeo c’è il Portogallo, che fino a qualche anno fa rischiava di fallire, ma che continua a mantenere un debito importante, ovvero il 129%. Quando si dice Portogallo, si dice anche Irlanda. I due Paesi che andavano a braccetto verso il fallimento hanno un rapporto debito/Pil molto simile e quello irlandese si è fermato lo scorso anno al 123,6%. A seguire troviamo Cipro col 111%, Belgio col 101,5%, e poi quelli virtuosi, cioè con il debito inferiore al proprio Pil tra i quali compaiono la Spagna (93,9%), Francia (93,5%), Regno Unito (90,6%) e l’Ungheria al decimo posto con un debito del 79,2% rispetto al Pil. La Germania va ancora meglio, col 78,4%, e poi via via tutte le altre con debiti tra il 60 e il 70%, i Paesi scandinavi intorno al 50%, fino all’Estonia, la nazione più virtuosa, che ha un rapporto debito/Pil di appena il 10%. Per loro il debito pubblico quasi non esiste. In pratica per produrre il loro debito di un anno l’Italia ci mette all’incirca mezza giornata.

Fonte: il Sole 24 Ore
Foto: freeimages

Potrebbe interessarti anche:

pignoramento conto corrente

Pignoramento conto corrente: come avviene e come evitarlo

Le procedure legali che portano al blocco dei conti correnti, come evitarlo e come sbloccarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.