Home / Attualità / Politica / Elezioni europee 2014, tutti i simboli presentati

Elezioni europee 2014, tutti i simboli presentati

forza juve simboloLe elezioni europee sembravano non interessare a nessuno, ma invece ecco che, alla chiusura dei termini per la presentazione dei simboli, sono stati presentati ben 64 bollini da mettere sulla scheda elettorale. Una scheda che poi ovviamente subirà una scrematura prima della pubblicazione definitiva dato che il giorno delle elezioni di simboli ce ne saranno meno della metà. Ma ancora una volta gli italiani si sono scatenati in quanto a fantasia, ed in quanto a divisioni, mettendo in mostra tutta la creatività nostrana.

Ce n’è davvero per tutti i gusti, tanto che non c’è più scusa per non votare. A parte i partiti “tradizionali”, dal PD a Forza Italia, passando per Ncd e Udc (che corrono insieme), i partiti di sinistra uniti sotto la lista Tsipras, senza dimenticare il Movimento 5 Stelle, per il resto ce n’è per tutte le esigenze. C’è chi ha pensato ai pensionati. E forse pure troppo visto che i partiti che hanno il nome “pensioni” nelle sue declinazioni sarebbero ben 4: Pensionati e Invalidi (che ha pure nel simbolo la scritta “giovani insieme”, sono un po’ incerti), Pensionati Consumatori, Pensioni e Lavoro, che comprende anche l’Associazione Italiani in Sud America, e per non sbagliarsi anche il partito semplice dei “Pensionati”.

C’è chi spera di accaparrarsi gli scontenti dei grandi partiti, o magari anche i votanti distratti, come quelli della Lega Nord, visto che si sono presentati anche Lega Padana, Lega per l’Italia e il Basta Euro che è lo slogan leghista degli ultimi giorni; oppure i “distratti” dell’Udc che presentano simboli molto simili, sfruttando il fatto che il partito di Casini e quello di Alfano hanno presentato un simbolo comune. Basti pensare a Cdu, PPI e Libertas, in pratica la vecchia Democrazia Cristiana che rimane ancora viva e vegeta.

E poi ci sono i movimenti popolari che raccolgono il malcontento generale, come per esempio il Partito delle Aziende, quello cristiano intitolato Sacro Romano Impero Liberale Cattolico, quello dei “Poeti d’Azione”, per non parlare del partito che ha già nel simbolo tutto il programma: “Recupero Maltolto, Stati € Uniti, Bonum Commune Aqua, Aboliamo le Province, No Amnistia”. Un bello sforzo di sintesi, non c’è che dire. Tra le novità curiose segnaliamo il partito internettiano, mentre la palma della fantasia la diamo a “Forza Juve e Bunga Bunga“, puntando sui fan di una e l’altra attività. Se poi siete ancora arrabbiati con la politica, potete sempre andare a votare il partito “Io non voto“, non si sa mai!

Potrebbe interessarti anche:

liberi e uguali

Liberi e Uguali: il programma per le elezioni 2018

Il lavoro è il principale punto del programma di Liberi e Uguali: i dettagli nella dichiarazione d'intenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.