Home / Ambiente / Energie rinnovabili / Geotermico domestico, costi e benefici

Geotermico domestico, costi e benefici

geotermia

Tra le energie rinnovabili probabilmente la geotermia si può definire la “sorella povera”. Quando si pensa all’energia rinnovabile infatti le prime immagini che vengono in mente sono un pannello solare ed una pala eolica. A queste due va aggiunto l’idroelettrico che è, e lo sarà ancora per molto, la regina tra le energie alternative in quanto a produzione. Eppure c’è una fonte spesso sottovalutata che però è più sicura e costante delle altre: appunto il geotermico.

La geotermia infatti non ha il problema di funzionare anche di notte, funziona anche quando non c’è vento e non ha né i costi né i rischi di un impianto idroelettrico. Insomma, sembra l’energia rinnovabile perfetta. E allora perché è ancora poco utilizzata? Oggi in Italia infatti dall’energia geotermica si produce un po’ meno del 2% del totale, ma il numero è in costante crescita. Rispondere a questa domanda non è semplice, ma la risposta più probabile è che la gente comune non conosce l’energia geotermica. È una fonte meno pubblicizzata e meno visibile delle altre, eppure non dovrebbe essere così dato che si può utilizzare quasi in qualunque posto del pianeta.

Tutta la sua tecnologia si basa su qualcosa che è presente sin da quando la Terra è nata: il calore del sottosuolo. Il fulcro è una semplice sonda che viene piantata nel terreno, a 15 metri di profondità, e recepisce il calore della Terra che è sempre costante e non subisce interferenze dall’esterno. Un impianto geotermico è formato essenzialmente da tre parti: una o più sonde (chiamato sistema di captazione del calore), la pompa di calore che trasmette il calore dalla sonda all’impianto, e l’impianto stesso che si trova in casa e che permette di riscaldare l’acqua o di emettere aria calda o fredda (pannelli radianti). La sua funzione è quella di riscaldare l’acqua sanitaria ed i termosifoni come farebbe un pannello solare termico, senza però la necessità di una particolare esposizione al sole; ma è anche in grado di fornire raffrescamento d’estate grazie ad un procedimento inverso.

Un impianto geotermico, per essere installato, non ha bisogno di un terreno particolare in quanto esistono diverse tipologie di impianto a seconda del terreno. In linea di massima può essere installato ovunque in Italia, ma per un’indicazione più precisa bisogna contattare degli esperti che valutano il terreno nel quale si vuole installare. La durata dell’impianto si aggira intorno ai 20 anni, ma uno degli aspetti positivi è che, trascorso questo periodo di tempo, è possibile cambiare solo le pompe di calore in quanto le sonde possono arrivare a durare anche 100 anni mentre gli impianti di radiazione possono durare anche più dei 20 anni delle pompe.

Quanto costa un impianto geotermico domestico

Questa tecnologia che sembra così fantascientifica è alla portata di quasi tutti, in pratica non costa più di un impianto solare. Secondo i dati forniti dal sito architetturaecosostenibile.it in una casa di 115 metri quadrati una pompa di calore geotermica costa all’incirca sui 20 mila euro, ai quali però bisogna aggiungere la spesa per l’elettricità che la alimenta. Ovviamente se la fonte energetica è rinnovabile (come un pannello fotovoltaico) il costo è pari a zero. Ad ogni modo il consumo è inferiore del 60% circa rispetto ad un impianto tradizionale a metano.

Tali dati sono confermati da Enel che pubblicizza un impianto con sonde verticali in un’abitazione tra 100 e 120 metri quadri a 20-22 mila euro, mentre uno orizzontale (che però ha bisogno di una vasta aerea libera) costa tra i 18 e i 20 mila euro. A questa cifra vanno eventualmente aggiunti i pannelli radianti (che consentono, a differenza dei termosifoni, di avere anche aria fresca) tra i 6000 e i 7500 euro. Se però si hanno già i termosifoni, non c’è necessità di installare i pannelli radianti. I prezzi ovviamente scendono riducendo la grandezza dell’abitazione, e viceversa. È evidente che conviene installare un impianto geotermico completo in fase di costruzione di un edificio da zero o in fase di ristrutturazione, mentre la sostituzione di un impianto tradizionale ma ancora funzionante potrebbe non essere poi così conveniente.

Al costo economico dell’impianto vanno però sottratti i benefici che non sono indifferenti. Si azzerano i costi per il riscaldamento dell’acqua, del riscaldamento dell’aria e, in caso di installazione di pannelli radianti, anche quello per i condizionatori; il proprio impatto sull’ambiente si riduce notevolmente, e cioè della metà rispetto ad un impianto tradizionale se l’impianto geotermico è alimentato dall’elettricità normale, emissioni zero se invece è alimentato dalle rinnovabili.

Al costo iniziale vanno anche sottratti gli incentivi statali, impossibili da quantificare con una cifra univoca perché variano di frequente. Al momento sono presenti le detrazioni per il 65% sulla dichiarazione dei redditi, ma si sa che questi incentivi cambiano di anno in anno. Infine è anche un impianto “comodo” da usare in quanto, non avendo bisogno di manutenzione particolare: una volta installato può non essere più toccato, e lo si manovra con sistemi di interfaccia semplici, molto simili ai normali termostati dei termosifoni.

Fonti: architetturaecosostenibile; nextville, enelsi
Foto: ThinkGeoEnergy su Flickr

Potrebbe interessarti anche:

parco fotovoltaico in Giappone

Fotovoltaico: in Giappone foreste distrutte per far spazio a mega centrali

In Giappone verranno distrutti centinaia di ettari di foreste vergini per far posto alle mega centrali solari.

un commento

  1. Complimenti per l’articolo molto interessante, Sto ristrutturando una casa e ho già trovato la ditta della mia zona sul portale che mi effettuerà l’impianto geotermico. Non posso ancora esprimermi sul potenziale, ma da sentito dire sembri funzioni alla grande. L’unico intoppo è stato nel trovare una ditta disposta e sopratutto esperta in questi tipi di impianti. Mi chiedevo perchè è una cosa nuova o perchè non c’è una formazione adeguata in Italia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.