Home / Attualità / Politica / Berlusconi tenta lo strappo, il suo nome sul simbolo alle Europee

Berlusconi tenta lo strappo, il suo nome sul simbolo alle Europee

berlusconi simbolo

Berlusconi mette il suo nome sul simbolo di Forza Italia in vista delle elezioni europee. Eppure sia i giudici italiani che quelli di Bruxelles, e persino i probiviri del suo stesso partito (sempre a livello europeo, il PPE) gli avevano detto che non poteva. E allora come mai ieri Forza Italia ha presentato un simbolo in cui compare anche il nome del suo leader?

Questa domanda se la stanno ponendo in tanti nelle ultime ore, e le risposte possono essere solo due: o anziché lui, che è incandidabile, si presenterà come capolista uno dei suoi figli, con ogni probabilità Barbara che è l’unica ad aver lasciato una porta aperta alla politica, oppure si tratta dell’ennesima provocazione dell’ex Cavaliere in modo che, quando il logo gli verrà bocciato, potrà gridare al solito complotto e ai giudici di sinistra.

Ieri intanto Berlusconi aveva tentato di tornare nei ranghi e fare le cose per via legale, ma per l’ennesima volta gli è andata male. L’incontro con Napolitano che si è tenuto ieri nel tardo pomeriggio era l’ultima spiaggia per potersi riabilitare. Ma nonostante il Presidente della Repubblica lo abbia accolto come si accoglie un capo partito, gli ha dato un doppio dispiacere: no al rinvio dell’udienza, stabilita per il 10 aprile, sui servizi sociali o sugli arresti domiciliari, e no soprattutto alla Grazia. Anche se Napolitano non ne ha parlato chiaramente, né lo ha fatto il diretto interessato, secondo fonti interne riportate da Repubblica pare che Berlusconi avrebbe chiesto al Presidente un provvedimento di clemenza in cambio del sostegno alle riforme di Renzi. Ma Napolitano gli avrebbe risposto come ha fatto mesi fa: prima di tutto la Grazia non si chiede così, e poi comunque non c’è margine di manovra.

Berlusconi intanto vuole rimanere visibile in vista della campagna elettorale per le europee, ed il prossimo passo lo potrà compiere soltanto dopo il 10 aprile, quando conoscerà la sua “punizione”. In caso di arresti domiciliari sarebbe letteralmente fuorigioco, se invece venisse affidato ai servizi sociali “soft” in quanto ultrasettantenne (cioè resta a casa e riceve ogni giorno la visita degli assistenti sociali), potrebbe in qualche modo far sentire la sua voce. Ma adesso tutto ruota intorno a quel nome sul simbolo. Che significato avrà? Barbara Berlusconi ha promesso che oggi risponderà in merito, vedremo cosa avrà da dire.

Potrebbe interessarti anche:

liberi e uguali

Liberi e Uguali: il programma per le elezioni 2018

Il lavoro è il principale punto del programma di Liberi e Uguali: i dettagli nella dichiarazione d'intenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.