Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Auto ibride in Italia, i modelli del 2014

Auto ibride in Italia, i modelli del 2014

bmw ibrida

È presto per affermare che il 2014 possa essere l’anno dell’auto ibrida, ma certamente può essere l’ennesimo passo in avanti verso la “conversione” degli italiani verso le auto più pulite. Le auto ibride, per chi non le conoscesse, sono modelli che hanno il doppio motore che di solito è elettrico e a benzina, anche se sono possibili altri tipi di combinazioni. Le auto ibride negli ultimi anni sono state vendute, non solo in Italia ma un po’ in tutto il mondo, a ritmo di 2-3 volte maggiore rispetto alle elettriche. Il motivo è da ricercare nella somiglianza alle auto tradizionali, pur però riducendo drasticamente i consumi.

La proprietà migliore dell’auto ibrida è infatti quella di poter utilizzare in città, dove non si percorrono tanti chilometri, il motore elettrico che non emette nemmeno un grammo di CO2, e nei percorsi extra-cittadini il motore a combustione, garantendo così affidabilità ed autonomia. Nel 2013 sono state vendute circa 15 mila auto ibride in Italia, numero più che doppio rispetto all’anno precedente. Ma con i prezzi che scendono e i modelli che aumentano è molto probabile che quest’anno il numero raddoppi ancora. Vediamo i modelli più interessanti che entreranno in commercio quest’anno.

Cominciamo con i modelli prodotti vicino a casa nostra. Purtroppo nessun produttore italiano realizza auto ibride, e così per restare in Europa dobbiamo affidarci ai modelli tedeschi. L’Audi esordisce quest’anno con due modelli, l’A3 Sportback e-tron e l’A8. La prima vanta un motore da 240 cavalli, cambio automatico e 6 marce. Fa da 0 a 100 in 7,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 220 km/h. L’autonomia del motore elettrico è leggermente superiore alla media, ovvero 50 km. Le emissioni come sempre sono bassissime, ovvero 35 grammi per chilometro. Il prezzo non è nemmeno proibitivo, considerando che si tratta di un’ibrida, ovvero 38 mila euro. L’A8 invece tocca più un segmento di lusso. Motore da 245 cavalli, velocità massima di 235 km/h, ha emissioni pari a 147 grammi di CO2 per km, piuttosto altine, ed un costo non per tutte le tasche: 86.650 euro.

Restando ancora in Germania, anche BMW, Volkswagen e Mercedes quest’anno diranno la propria. La BMW uscirà con tre modelli di ibrida, la Active Hydrid 3, 5 e 7. Qui parliamo di prestazioni migliori con motori fino a 362 cavalli e velocità massime fino a 250 km/h. Questi modelli propendono più per il classico motore a combustione dato che hanno un’autonomia elettrica piuttosto limitata, sui 35 km circa. Ed infatti anche le emissioni sono abbastanza elevate, si va dai 139 g/km del modello 3 ai 158 del 7. I prezzi? Dai 56 mila ai quasi 100 mila euro.

A sorpresa sono più contenuti i modelli della Mercedes. I modelli ibridi in uscita quest’anno saranno l’ennesima Classe C e la Classe E BlueTech Hybrid. La Classe C avrà un motore a gasolio che affianca quello elettrico, la potenza sarà di 231 cavalli ed i consumi si preannunciano bassi, anche se non ci sono dati precisi in merito. Più contenute le prestazioni della Classe E il cui prezzo parte da 53 mila euro. La Volkswagen presenta invece le nuove Golf Plug-In e Twin-Up. Entrambe sono molto simili in tutto rispetto ai modelli “tradizionali”, ma garantiscono anche ottime prestazioni con i motori elettrici, ovvero autonomie da 50 km e buona potenza.

Varcando il confine arriviamo in Francia dove troviamo la Peugeot che presenta i suoi modelli 3008 Hybrid 4 e 508 RXH. La prima è un’ibrida a gasolio con motore da 160 cavalli ed emissioni sotto i 100 grammi per km percorso, prezzo sui 36 mila circa; la seconda invece è un’ibrida ad aria compressa che ha emissioni leggermente superiori ed un prezzo da 44.250 euro.

Gli “inventori” dell’auto ibrida sono però i giapponesi, e allora come non soffermarsi sulle Toyota. La casa della Prius quest’anno porta sul mercato l’Auris Touring Sports, la Yaris, ma anche la nuova Prius. Le prestazioni sono più o meno nella media per tutti i modelli, ma ciò che colpisce sono i prezzi davvero contenuti: 17.150 euro per l’Auris, tra i 27 e i 33 mila per la nuova Prius, tra i 15 e i 20 mila per la Yaris.

Sempre dal Giappone arriveranno due Honda: la Jazz 2014 e la Accord. La prima è quella tecnologicamente più avanzata tra le auto ibride giapponesi, ma è leggermente meno potente delle concorrenti della Toyota. Il prezzo comunque è piuttosto contenuto, parliamo di 19 mila euro circa. La seconda punta più sul motore a combustione, lasciando un’autonomia di appena 21 km per la parte elettrica, ma non è detto che arrivi in Europa.

Chiudiamo con i modelli americani ovvero la Ford C-Max Energy e la Range Rover. La prima è una monovolume plug-in con emissioni bassissime (50 g/km), un’autonomia nella media (34 km in elettrico), così come il prezzo: 40 mila euro. La Range Rover invece si distingue per essere uno dei pochi fuoristrada ibridi in circolazione. Ottima potenza da 349 CV e velocità massima di 218 km/h. I consumi sono però elevati, come tutti i fuoristrada: 169 g/km. Il prezzo è ancora da definire.

Fonte: Tuttogreen
Foto: Wikipedia

Potrebbe interessarti anche:

smartbike

Smartbike: il futuro della bicicletta è Volata?

Arriva la smartbike: un po' bici a pedalata assistita, un po' smartwatch e un po' intrattenimento da auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.