Home / Ambiente / Vivere a basso impatto / Pulizie di primavera senza prodotti tossici

Pulizie di primavera senza prodotti tossici

pulire in modo naturale

È iniziata ufficialmente la primavera. Anche se le temperature sono ancora altalenanti in tutta Italia, saranno migliaia, se non milioni, le persone che nei prossimi giorni si preoccuperanno delle famose “pulizie di primavera“. Dare una rinfrescata alla casa, fare il cambio di stagione negli armadi, ma soprattutto ci aspetta una grande pulizia. Oggi la pubblicità e la cultura occidentale ci portano ad acquistare decine di prodotti, uno per ogni superficie della casa. Eppure c’è la possibilità di affrontare le grandi pulizie senza far ricorso a prodotti tossici (e magari risparmiando anche un po’). Come? Ve lo spieghiamo con i consigli che seguono.

1 – Aprire le finestre. La prima cosa da fare è aprire le finestre. Non c’è operazione più ecologica di questa. La buona ventilazione è la base non solo delle pulizie, ma anche di una buona salute perché l’aria stagnante fa male, mentre la circolazione dell’aria fa bene prima di tutto proprio agli abitanti della casa.

2 – Conservare gli abiti invernali. Riporre nell’armadio quei pesanti giacconi, gli stivali da neve e tutto ciò che è invernale libera un po’ di spazio in giro per la casa rendendo anche psicologicamente più libera la mente. C’è così più libertà di movimento e dunque meno oppressione.

3 – Pulizia dei tappeti. I primi giorni di primavera sono i migliori per pulire i tappeti. Al bando i prodotti tossici o i macchinari ipertecnologici (e iper costosi): basta infatti solo un po’ di bicarbonato di sodio. Basta spargere un po’ di bicarbonato sul tappeto, lasciare agire per un po’ in modo che assorba gli odori cattivi dell’inverno, dopodiché portare il tappeto all’aperto e sbatterlo con un battipanni o al massimo usare un aspirapolvere comune per ripulire il bicarbonato.

4 – Aceto. L’aceto è la panacea di tutti i mali. Oltre che nell’insalata lo si può usare per la pulizia di tantissime superfici come i pavimenti, i vetri, persino nella lavatrice come ammorbidente (ma solo una goccia!). Per i vetri il consiglio è di unire due cucchiaini di aceto in un litro di acqua tiepida ed inserire il tutto in uno spruzzino. Questo composto è in grado di ripulire i vetri anche dalle manate e dal grasso.

5 – Detergenti naturali. Non acquistare prodotti chimici, fatteli in casa con prodotti naturali. Un detergente universale può essere composto da succo di limone (bastano 10 gocce) o estratto di tea tree (20 gocce) mescolte in un litro d’acqua. Questo composto è ideale per pulire piastrelle, controsoffitti e pavimenti. Se volete dare anche un odore forte al composto potete versarci qualche goccia di estratto di lavanda.

6 – Materassi. La pulizia del materasso si può effettuare alla stessa maniera dei tappeti. In alternativa, se la forma del materasso lo permette, è anche possibile girarlo dall’altro lato. Molti materassi infatti hanno il lato estivo ed il lato invernale, dunque sfruttatelo.

7 – Deodoranti. Anziché usare i deodoranti commerciali, che sono pieni di ftalati e di altri agenti tossici, è possibile deodorare la casa in modo naturale. Basta far bollire una pentola con dentro le vostre erbe, oli essenziali o i frutti preferiti, o ancora cannella, chiodi di garofano e così via, a seconda dei gusti.

Foto: Sxc

Potrebbe interessarti anche:

smartbike

Smartbike: il futuro della bicicletta è Volata?

Arriva la smartbike: un po' bici a pedalata assistita, un po' smartwatch e un po' intrattenimento da auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.