Home / Sport / Formula Uno / Formula 1 2014, le novità del regolamento

Formula 1 2014, le novità del regolamento

Se ti piace condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

regolamento formula 1 2014

Nel prossimo week-end ripartirà la nuova stagione della Formula 1 per l’anno 2014. In un clima di incertezza più assoluto, nel quale abbiamo visto durante le prove le Red Bull faticare persino per uscire dai box e le Ferrari non essere al massimo dell’affidabilità, a complicare ulteriormente il quadro ci si mette la modifica del regolamento. Alcune novità, come ogni anno, saranno apportate durante le gare, andiamo a vedere di cosa si tratta.

Cominciamo con le specifiche tecniche pre-gara. Le monoposto sono state leggermente appesantite, dopo le cure dimagranti degli anni scorsi, grazie ad una modifica delle gomme Pirelli. Il peso complessivo, dunque gomme comprese, arriva a 691 kg, un chilo in più rispetto a prima, ai quali vanno aggiunti un massimo di 100 kg di benzina per Gran Premio. Sempre per quanto riguarda le gomme, sono state abolite le famose termocoperte, anche se questo provvedimento potrebbe creare non pochi problemi di sicurezza. Ogni casa produttrice potrà fornire il motore ad un massimo di 4 team.

Aumentati anche i giorni di coprifuoco, ovvero i giorni nei quali si può agire sulla macchina anche al di fuori degli orari consentiti. Se due anni fa non si poteva fare e lo scorso anno è stata fatta qualche eccezione, ora si è deciso che lo sforamento del coprifuoco è consentito fino ad un massimo di 6 volte in una stagione. Infine si riduce il dislivello tra le sospensioni anteriori e posteriori. Le sessioni di prova durante la stagione sono ridotte a 4.

Per quanto riguarda la gara, la novità principale riguarda il nuovo sistema di penalizzazione. Come una sorta di patente a punti, ad ogni infrazione ad un pilota verranno inflitti da 1 a 3 punti di penalità. Raggiunti i 12 punti si verrà squalificati per la gara successiva. Sono permessi i set extra di pneumatici, ma utilizzabili solo nei primi 30 minuti della prima sessione delle prove libere del venerdì. Il numero di motori concessi in una stagione è al massimo di 5. Dal sesto in poi ad ogni cambio si partirà dalla pitlane nel Gran Premio mentre ad ogni modifica si perderanno 10 posizioni in griglia.

È stata introdotta una nuova penalità, quella dei 5 secondi, una via di mezzo tra lo stop and go ed il drive through. Secondo le nuove regole sarà possibile fermare l’auto al momento di effettuare il pit stop per 5 secondi, senza la possibilità di mettere mano sull’auto. Dopo l’incidente dello scorso anno con l’operatore colpito da uno pneumatico vagante, è diventato obbligatorio l’uso del casco per tutti i membri dei team sia in prova che durante la gara.

La velocità in pitlane è abbassata da 100 a 80 km/h, tranne a Montecarlo, Melbourne e Singapore dove scende a 60. Infine, in seguito ad un ritiro, le auto dovranno essere valutate dai commissari per controllare il carburante e per il recupero della benzina in pitlane.

Lascia un commento

O

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

comments