Home / Attualità / Economia e Risparmio / Delega Fiscale, detraibilità degli scontrini, catasto e le altre novità

Delega Fiscale, detraibilità degli scontrini, catasto e le altre novità

delega fiscale

Il primo provvedimento del Governo Renzi (che di Renzi ha ben poco) si chiama Delega Fiscale. Si tratta del primo elenco di nuove leggi che avvia la famosa riforma del fisco per renderlo più equo e più rapido. Va specificato che anche se da ieri sera è legge perché ha ottenuto l’approvazione delle due camere, non è ancora entrato in vigore dato che, volendoci i decreti attuativi, per vederlo messo in pratica ci vorrà all’incirca il prossimo anno e non è detto che poi, al momento dell’entrata in vigore, resti tutto così. Molte le novità, in questa sede però ci occupiamo solo di quelle che interessano direttamente i cittadini.

Uno degli aspetti più innovativi riguarda la compilazione della dichiarazione dei redditi, limitata a pensionati e lavoratori dipendenti, che verrà effettuata direttamente dagli impiegati statali. Con questo provvedimento sarà possibile comunicare online i propri dati e ricevere direttamente dallo Stato il proprio modulo già compilato della dichiarazione dei redditi. Questo viene fatto per evitare i tanti errori (secondo il Premier sarebbero circa 1 milione l’anno) che compiono le persone comuni che decidono di compilare da soli la propria dichiarazione dei redditi.

Altra novità importante sarà la detraibilità dalla dichiarazione di scontrini e fatture. Mentre ora si possono scaricare dalla dichiarazione dei redditi soltanto le fatture riguardanti i lavori per i quali è previsto un bonus, con questa nuova legge si potrà scaricare di tutto, dallo scontrino del caffè al bar fino (e soprattutto) ai lavori domestici come l’idraulico che aggiusta un tubo rotto o l’imbianchino che fa il lavoro a nero. In questo modo il cittadino sarà più propenso a chiedere la fattura.

Non vedremo più spot in tv o su altri media che pubblicizzano giochi nei quali si vincono soldi, che siano le slot machines o quelli online, per combattere la ludopatia. Verranno rivisti anche gli sconti fiscali, anche se il metodo verrà comunicato in un secondo momento, e verrà mantenuta la fattispecie di reato per i reati fiscali gravi, mentre per quelli meno gravi viene introdotta la sanzione amministrativa.

Un’importante novità ci sarà anche per i padroni di casa: verrà attuata la riforma del catasto che servirà per conteggiare in maniera più appropriata il valore dell’immobile passando dal valutare il numero di vani ai metri quadrati. Questo è stato fatto perché immobili di pregio con saloni molto ampi e quindi pochi vani venivano accatastati allo stesso modo di appartamenti infinitamente più piccoli ma con molte stanze. Infine buone notizie per chi ha crediti verso la pubblica amministrazione. Quando la legge entrerà in vigore, chi vanterà un credito da lungo tempo verso la PA e dovrà pagare le tasse potrà compensare il pagamento con il credito vantato.

Gli effetti di tutti questi provvedimenti saranno visibili nell’arco di 2 o 3 anni. Essi andranno infatti a rimpolpare un fondo creato apposta nel quale confluiranno tutti gli introiti derivanti dal recupero dell’evasione fiscale. In questo modo questi soldi verranno utilizzati per abbassare le tasse ed aumentare gli incentivi come quello per le ristrutturazioni.

Potrebbe interessarti anche:

partita iva costi

Partita IVA costi 2018 regime forfettario e normale

Quali costi si devono sostenere in fase di apertura della Partita IVA e quelli da sostenere durante l'anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.