Home / Animali / Gatti / Adottare un gattino, considerazioni importanti prima dell’adozione

Adottare un gattino, considerazioni importanti prima dell’adozione

considerazioni adottare un gattino

Se avete deciso di adottare un gattino, sappiate prima di ogni altra cosa che non ve ne pentirete affatto. I gatti domestici amano la vita casalinga, adorano donare e ricevere affatto e sono compagni di vita eccezionali. I gatti vivono bene anche in appartamenti senza accesso all’esterno, a patto di ricevere molti stimoli. Prima di adottare un gattino al gattile, di cercare tra gli annunci gratuiti gattini in regalo nella vostra città o recarvi da un allevatore, è bene fare alcune considerazioni e porsi qualche domanda.

 Quanto costa mantenere un gatto?

La prima domanda da porsi è: “Sono in grado di affrontare i costi di un gatto?” Anche se adottare un gatto ha costi più bassi rispetto all’adozione di un cane, si tratta pur sempre di un’uscita mensile da mettere in conto. Bisogna preventivare il costo di un cibo secco di qualità, qualche scatoletta di umido alla settimana, tutti i giorni i primi mesi, le spese veterinarie per le vaccinazioni, le spese veterinarie impreviste, i costi della sterilizzazione, la lettiera, i costi del cat sitter quando ci si allontana per più di due giorni da casa, la spesa per i giochini, per le spazzole e gli altri accessori, dai trasportini alla cassetta igienica, dai tiragraffi al Remover per rimuovere i boli di pelo dallo stomaco. Come vedete i costi sono tanti, mettete in conto almeno 50 euro al mese complessivi. Ovviamente ci sono molti margini di risparmio: si può approfittare delle offerte online di cibo per gatti nei pacchi scorta, realizzare giochini e tiragraffi fai da te, utilizzare una lettiera duratura ed economica, acquistare accessori usati.

Quanto tempo bisogna dedicare al gatto? Il gatto ha bisogno di un compagno?

Seconda cosa da chiedersi è: “Ho abbastanza tempo da dedicare al gatto?” Non è vero che i gatti sono animali solitari e indipendenti che stanno bene anche senza contatto umano. I gatti domestici non sono gatti selvatici, sono coccoloni, hanno bisogno di compagnia e del calore del proprietario, vogliono giocare con noi, essere accarezzati e ricevere attenzioni. Benché siano meno impegnativi di un cane, anche i gatti richiedono del tempo. Se per lavoro state fuori casa fino a tarda sera e la mattina uscite prestissimo, meglio non adottare un gattino. Valutate l’idea di adottare due micini che si facciano compagnia a vicenda solo se in casa avete abbastanza spazio. I gatti sono animali molto territoriali, costringerli a convivere senza la possibilità di ricavarsi degli spazi di vita autonomi, può stressarli e far nascere problemi di comportamento. Se in casa c’è un cane molto irruento con i gatti, evitate di adottare un gatto, a meno che non viviate in un grande appartamento che gli garantisca via di fughe e spazi tranquilli in cui dormire, mangiare e rilassarsi in pace.

Di quanto spazio ha bisogno un gatto? E quali giochi può fare in appartamento?

Se adottate un gatto dal gattile, spesso era costretto a vivere in gabbia, in spazi ristretti o stanze sovraffollate, senza ricevere molte attenzioni. Dunque non occorre certo una reggia per adottare un gattino, anche un piccolo appartamento sarà un salto di qualità per il micio. I gatti, poi, amano molto gli spazi in verticale, giocare e arrampicarsi sulle librerie, sui mobili, sulle mensole. Una casa, anche se piccola, può diventare una bella palestra per il micio, creandogli degli appigli sicuri per arrampicarsi ed esplorare le zone alte della casa, dai ripiani delle librerie a quelli degli armadi. Comprate dei topolini meccanici, attaccate ai muri dei giochini pelosi a mo’ di sacco da pugile per farlo scatenare e nascondete in giro per casa degli snack all’erba gatta. Il gattino starà impegnato a fiutarli e scovarli per ore e ore. In commercio esiste anche la versione per gatti del kong, un giochino in cui nascondere croccantini ed erba gatta. Si tratta di un ottimo passatempo che dura ore e che svilupperà l’intelligenza del gatto, tenendolo impegnato e divertendolo. E poi ovviamente, gratis e abbondanti, ci sono le scatole di cartone, le più amate dai gatti di tutto il mondo. Procuratevene tante al supermercato, praticate dei fori all’interno, create dei castelli e date spazio alla fantasia, il gatto le adorerà per giocare, nascondersi e riposare. Per evitare che il gatto si faccia le unghie sul divano, potete usare dei dissuasori spray e piazzare vicino al divano, in posizione centrale, un bel tiragraffi alto in verticale.

Posso prendermi cura di un gatto a lungo termine?

Nessuno di noi ha la sfera di cristallo per prevedere il futuro, tuttavia un gatto in appartamento può vivere oltre 15 anni. Siete sicuri di potervene prendere cura, che riuscirete a tenerlo sempre con voi anche quando magari si allargherà la famiglia o quando dovrete traslocare? I gatti sono ottimi compagni di gioco per i bambini, a patto di insegnargli sin da subito a rispettare gli animali. Avete già qualcuno che baderà al gatto in vostra assenza durante le vacanze? Se vi spostate spesso, il gatto potrebbe soffrire, i gatti non amano molto viaggiare o cambiare casa, prendetelo solo se potete garantirgli serenità e tranquillità come merita.

Anche se queste considerazioni prima dell’adozione di un gatto possono sembrare tante o esagerate, in realtà è molto importante porsi queste domande per poter adottare un gattino con consapevolezza e sapendo quali responsabilità comporta. Tutti sforzi ampiamente ripagati dalle sue prime fusa, dal suo calore e dalla sua immensa bellezza.

Foto: Cygnus921 su Flickr

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:

perché il gatto morde

Cosa fare quando il gatto morde per affetto, gioco o aggressività

Il tuo gatto ti ha morso un'altra volta? Scopri se lo fa per affetto, per gioco o perché è aggressivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.