Home / Attualità / Economia e Risparmio / Le migliori banche a cui chiedere un mutuo in Italia

Le migliori banche a cui chiedere un mutuo in Italia

migliori banche

Banche, croce e delizia dell’economia italiana. Più croce che delizia di questi tempi, a quanto pare. Ma come ogni altra cosa non si può generalizzare, e così ci sono istituti di credito che si comportano meglio ed altri che si comportano peggio quando c’è da erogare un mutuo. Per capire a quali è il caso di rivolgersi e quali evitare l’Istituto Tedesco Qualità Finanza ha stilato una classifica, analizzando le principali banche italiane, rivolgendosi ai diretti interessati, ovvero direttamente ai clienti che hanno potuto così esprimere il proprio dissenso o il proprio favore in seguito all’accensione di un mutuo.

L’indagine ha preso in considerazione 4 parametri su ogni aspetto del rapporto con la banca, e cioè dall’offerta più o meno ampia alla comunicazione, dai tassi d’interesse al rapporto con il cliente. Queste sono risultate le graduatorie di gradimento:

  • Offerta prodotti: Bnl, Credem, Unicredit, Deusche Bank, Intesa San Paolo.
  • Comunicazione: Banco Popolare, Credem, Unicredit, Bnl, Deusche Bank, Intesa San Paolo.
  • Assistenza clienti: Banco Popolare, Credem, Unicredit, Deusche Bank, Intesa San Paolo.
  • Rapporto qualità/prezzo: Deusche Bank, Unicredit, Banca Popolare di Milano, Bnl.

Da tutto ciò è risultata la seguente classifica delle banche cosiddette “tradizionali”:

  1. Credem
  2. Deusche Bank
  3. Unicredit
  4. Bnl
  5. Banco Popolare

Lo stesso è stato fatto con le banche online, e questo è risultato dall’indagine:

  • Offerta prodotti: Webank, Ing Direct, Che Banca, Iw Bank.
  • Comunicazione: Ing Direct, Webank, Che Banca, Iw Bank.
  • Assistenza clienti: Webank, Ind Direct, Che Banca, Iw Bank.
  • Rapporto Qualità/Prezzo: Ing Direct, Webank, Che Banca, Iw Bank.
  • Interazione: Ing Direct, Webank, Che Banca, Iw Bank.

Da tutti questi punteggi risulta così questa classifica:

  1. Webank
  2. Ing Direct
  3. Che Banca
  4. Iw Bank.

L’indagine è stata condotta su 973 clienti di 13 banche nel mese di gennaio 2014, i quali avevano acceso un mutuo nei precedenti 24 mesi.

Foto: 401 (K) 2013 su Flickr

Potrebbe interessarti anche:

conguaglio bollette

Conguaglio bollette: è possibile non pagarlo, guida alla contestazione

Nonostante sia illegale, alcuni gestori continuano a mandare conguagli di oltre 2 anni: ecco come fare ricorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.