Home / Attualità / Economia e Risparmio / Ferrari è il marchio più importante del mondo

Ferrari è il marchio più importante del mondo

logo ferrariLa crisi economica sta mettendo in ginocchio l’Italia, eppure c’è ancora qualcosa che mantiene in vita questa nazione: il made in Italy. E così non c’è più made in Italy della Ferrari. La casa di Maranello è infatti il marchio più conosciuto a livello mondiale, non solo in campo automobilistico, ma praticamente da chiunque. Il simbolo del cavallino rampante a quanto pare, stando ad una ricerca di Brand Finance, sarebbe ancora più conosciuto e stimato di un gigante come la Coca Cola.

Questa conclusione deriva da un recente studio effettuato dall’analista finanziario Brand Finance che ogni anno cerca di stabilire il livello di conoscenza e di importanza di ogni marchio a livello mondiale. La Ferrari negli ultimi tempi ne sta passando di tutti i colori, dai cattivi risultati a livello sportivo al rischio di scorporo dalla Fiat dopo che la casa torinese si è trasformata in Fca insieme alla Chrysler. Sono in tanti a temere che anche la Ferrari un giorno venga venduta a qualche acquirente arabo o russo, ma forse questa nuova classifica rallenterà questo processo.

Secondo gli analisti finanziari la Ferrari ha potuto raggiungere questo risultato perché

il Cavallino rampante su sfondo giallo è immediatamente riconoscibile in tutto il mondo anche dove non ci sono ancora le strade. Nel suo paese natale e tra i suoi molti ammiratori in tutto il mondo la Ferrari ispira molto più della lealtà al brand, più di un culto e una devozione quasi religiosa.

Ma grande marchio non vuol dire grande valore. In quanto a valore dell’azienda infatti la Ferrari è soltanto alla posizione numero 350 a livello mondiale. Stando alla graduatoria, a quanto pare il colosso della Coca Cola arriva solo secondo, seguito da un marchio che probabilmente agli italiani dirà poco o niente, PWC o PricewaterHouseCoopers, un’azienda che dentro la sua “pancia” contiene marchi ben noti come Ernst&Young, Deloitte e KPMG. Quarto posto per un altro marchio che agli italiani dirà poco, quello di McKinsey, una società finanziaria americana. Più famosi invece i brand che seguono in graduatoria: Google, Unilever, Hermes, Rolex, Red Bull e Disney.

Nell’elenco dei marchi con il valore più elevato, giganteggia invece Apple, seguita da Samsung, Google e Microsoft. Il valore della casa della mela morsicata si attesta, secondo Brand Finance, in circa 105 miliardi di dollari. In questo caso per trovare un marchio italiano bisogna scendere fino all’86esimo posto dove troviamo Generali con un valore di circa 13 miliardi di dollari, seguita da Telecom (148°), Eni (154°) ed Enel (163°).

Foto: Wikipedia
Fonte: Brand Finance

Potrebbe interessarti anche:

Differenza tra bancomat e carta di credito

Differenza tra bancomat e carta di credito: costi e quando si usano

Carta di credito e bancomat hanno la stessa funzione ma costi e funzionamenti differenti: ecco quale conviene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.