Home / Attualità / Politica / Matteo Renzi Presidente del Consiglio con riserva

Matteo Renzi Presidente del Consiglio con riserva

matteo renzi

Matteo Renzi ha accettato l’incarico di diventare il prossimo Presidente del Consiglio. Ma con riserva. Il segretario del PD succede così ad Enrico Letta che nelle ultime settimane sembrava avere perso il controllo del suo stesso partito, nonché quello di un Governo che con una cadenza mensile veniva travolto da uno scandalo. Quello che è venuto fuori dopo il week-end di consultazioni con Napolitano è stato un rimpasto di Governo. La squadra non è ancora ufficializzata, ma dalle prime indiscrezioni pare che i ministri di Ncd restino al loro posto e quasi tutti gli altri verranno sostituiti.

Secondo le intenzioni di Matteo Renzi, l’attuale Governo dovrebbe rimanere in carica fino al 2018, quando si tornerà al voto, si spera con una nuova legge elettorale. Ma cosa significa “con riserva?” In sostanza, utilizzando questa formula, Renzi lascia capire che proverà a formare una squadra di Governo come gli è stato richiesto dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano, ma se si dovesse rendere conto che non ha i voti sufficienti per governare con certezza (gli alfaniani hanno cominciato a mostrare i primi mal di pancia), potrebbe anche decidere di fare un passo indietro e tornare alle urne.

Le cosiddette “consultazioni formali”, quelle cioè dalle quali dovranno uscire i nomi dei ministri, viceministri e sottosegretari, inizieranno domani. Se il Governo partisse, si comincerebbe subito con le riforme costituzionali, la legge elettorale e la riforma del mercato del lavoro (il famoso Jobs Act). Seguiranno poi le riforme della pubblica amministrazione e del fisco. Se invece il nuovo Governo Renzi non dovesse ottenere la fiducia, si andrà subito alle elezioni, verosimilmente ad aprile, maggio al massimo.

Potrebbe interessarti anche:

liberi e uguali

Liberi e Uguali: il programma per le elezioni 2018

Il lavoro è il principale punto del programma di Liberi e Uguali: i dettagli nella dichiarazione d'intenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.