Home / Salute / Alimentazione / Perdere peso velocemente con 6 consigli scientifici

Perdere peso velocemente con 6 consigli scientifici

perdere peso velocemente consigli scientifici

Perdere peso velocemente un tempo era considerato ed era in effetti più semplice: bastava consumare più calorie di quanto se ne ingerissero e il gioco era fatto. Recenti studi hanno però dimostrato e confermato più volte che il nostro organismo non funziona come un conto bancario fatto di entrate e di uscite. Per perdere peso velocemente e mantenere la linea è necessario che l’ormone leptina funzioni correttamente. La leptina manda al cervello il messaggio di sazietà, facendoci smettere di mangiare. Le persone obese producono un sacco di leptina ma il cervello non risponde all’ormone nel modo corretto. Gli obesi non sono ingordi, tutt’altro: non provano lo stesso piacere quando mangiano, ecco perché devono mangiare di più per poter attivare i meccanismi cerebrali di soddisfazione e ricompensa.

Perdere peso velocemente, così come ingrassare quando si è sottopeso, può non essere facile se il corpo ci rema contro. Perché allora non provare a dimagrire abbandonando l’approccio tradizionale e sfruttando le nuove conoscenze scientifiche in fatto di perdita di peso? Ecco sei consigli scientifici per perdere peso velocemente:

1. Seguire una dieta di 1500 calorie a giorni alterni. Il dottor James Johnson, uno dei principali sostenitori di questo metodo, svela che in questo modo la dieta dimagrante è più sostenibile a lungo termine, l’organismo è costretto a bruciare grassi e si innescano cambiamenti ormonali positivi quali l’attivazione di due geni antinvecchiamento noti come SIRT3 e SIRT4. Il colesterolo, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna si abbassano e si è maggiormente protetti dai big killers: le malattie cardiovascolari, il diabete e il cancro. Inoltre seguendo questo metodo di dimagrimento diminuirà anche il rischio di asma, allergie e malattie infettive.

2. Favorire la formazione di grasso bruno. Il grasso bruno, a differenza del grasso bianco, non immagazzina l’energia in eccesso sotto forma di altro grasso, ma la brucia per riscaldare il corpo. Le basse temperature aiutano dunque a dimagrire. Non tenete il termostato sopra i 22°C in casa e spenderete ben 27 grammi di grasso corporeo in più rispetto a chi sta ad una temperatura di 27° C.

3. Gli uomini di mezza età dovrebbero controllare i livelli di testosterone. Livelli troppo bassi sono associati ad un incremento della produzione di estrogeni, ormoni femminili. L’estrogeno provoca un maggior accumulo di grasso addominale, il tessuto adiposo più rischioso per malattie gravi come il diabete e le patologie cardiovascolari. La soluzione è fare più esercizio fisico, aumentando la massa muscolare, e nei casi di livelli davvero eccessivamente bassi chiedere al medico se è il caso di assumere integratori di testosterone. Non bere alcolici perché rendono il fegato meno efficiente nello smaltire gli estrogeni in eccesso.

4. Esporsi al sole per garantirsi il giusto apporto di vitamina D. Se l’organismo non vede il sole, pensa sempre di essere in inverno e accumula grasso di scorta. Livelli più alti di vitamina D sono stati associati ad un maggiore dimagrimento. La vitamina D aiuta inoltre a prevenire le malattie cardiache, il diabete, la sclerosi multipla e i reumatismi.

5. Mangiare sano e fare esercizio fisico anche se si è in sovrappeso è di grande aiuto. Secondo uno studio pubblicato nel 2007 sulla rivista Lancet il 30% delle persone obese, con un indice di massa corporea superiore a 30, erano metabolicamente sane, vale a dire avevano livelli di colesterolo nella norma, la pressione sanguigna nella media e un’insulinoresistenza normale. Se vi sentite bene e i vostri valori sono nella norma, non sottoponetevi a diete drastiche che potrebbero peggiorare la situazione, puntate piuttosto su una dieta equilibrata e su maggiore esercizio fisico per tonificarvi e apparire più snelli.

6. Dimagrire con l’ipnosi. Le moderne tecniche di ipnosi possono aiutare a correggere gli errori alimentari, migliorando il nostro rapporto con il cibo. Imparare a controllare la fame nervosa e a premere il pulsante stop prima di ingerire cibi di conforto è davvero di grande aiuto. Rivolgetevi solo a dei professionisti accreditati.

Fonte: 6 tips for scientific dieting – Reader’s Digest
Foto: Leandrogmuller su Flickr

Disclaimer

Potrebbe interessarti anche:

non riuscire a dimagrire donna dieta bilancia

12 sorprendenti ragioni per cui non riesci a dimagrire anche se sei a dieta

Sei a dieta da giorni e ti alleni regolarmente, ma non riesci a perdere peso? Ecco 12 sorprendenti ragioni per cui non riesci a dimagrire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.